Full text: Del Migliore, Ferdinando L.: Firenze, città nobilissima

193 
de Giesuiti. 
ua biſognaſse, in riguardo del Palazzo de Medici che l'è a ridoſso, le- 
uò l'asticciuole che tornauan più basse, di quel che richiedeua la cir¬ 
conferenza dell'Arco, lasciandoui solamente sostenuti i caualletti, o 
puntoni da vna semplice intaccatura alla schisa. 
Le Cappelle sono vniformi, ornate di fogliami a grottesca di stuc¬ 
chi meſsi a oro, incluse le Pitture a gli Altari in adornamenti assai ric¬ 
chi d'intaglio dorato. 
1 Nella prima allentrare a man ritta; vna Veronica in atto di por¬ 
ger a Cristo portante la Croce, il Sudario, è Opera del Caualier Do¬ 
menico Passignani. 
2 Ii Martirio di S. Caterina, è del Bassano Lombardo, ele due Sto- 
riette a fresco dalle bande de' fatti di essa Santa, del Poccetti. 
3 Il B. Francesco Borgia,è d'vn Romano, messoui nel 1671. quando 
fù Canonizzato da Clemente X. in luogo d'vna S. Elena di Lodouico 
Buti, che oggi è in Conuento. 
4 II S. Francesco Xeuerio, che predica agl Indiani, e Nazzioni Bar¬ 
bare, lo dipinse il Caualier Francesco Curradi. 
5 Sotto all'Altar Maggiore sono 1 Corpi de' SS. Seuero, e' Compa- 
gni, martirizzati in Roma, sotto Diocleziano nel 303. commemoran¬ 
dogli il Martirologio ne 6. di Nouembre. Reliquie cosi insigni, an¬ 
ticamente non si sarebbero tanto facilmente potute portare fuor di 
Roma, secondo dice S. Gregorio , riferito dal Magri in questo senso. 
Celebrò a quest' Altare S. Carlo, quando nel 1580. passandosene da 
Roma a Milano, sù riceuuto in Firenze dal Gran Duca Erancesco; e 
s'osserua, lodaſse in quell'atto del comunicarui il Popolo, concorsoui 
in gran copia, la pietà de Fiorentini, benche la mescolasse con ram- 
marico, e querela, in riguardo della pompa delle Donne, che gli eran 
comparse innanzi, dice Gio: Pier Giussano Scrittor della sua Vita, 
con troppa vanità. Vi son'altre Reliquie insigni , e fra esse vna Testa 
d'vn de' Martiri Tebei; vna dell'XI. mila Vergini, e due loro Stinchi, 
e vna Costola. Stanno queste serrate in due Armadi fissi nelle parieti, 
dall'vno, e dall'altro lato del predett'Altare, nell'imposte in cambio 
d'esserui scritto, secondo l'vso comune Reliquiae Sanctorum, il medesi¬ 
mo significato lo portan quattro Imprese, con i lor motti, giudizio¬ 
se, e degne dell'ingegno eleuato di que' Padri. Vn Vaso d'oro, con 
l'Erba sopra Sempreuiuo Iusti autem in perpetuum. Vn' Incensiere, o 
Turribile fumante gratus odor Cœelo. Vna Bilancia calcata da vna par¬ 
te da Croci , e Spine , e dall'altra con oro , e gemme, che s'alza in alto 
non sunt condigne. Vn'Albero reciso da vn'Accetta ducit opes. 
A piè di quest'Altare, disteso nelmezzo del paui mento, è vn La- 
ſtrone di marmo, sul qual pretesero i Padri d'esprimer in parte l'affet¬ 
to douuto verso la grata memoria di Benedetto Biffoli, figliuolo di 
Tomma¬
	        
Waiting...

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer