Full text: Del Migliore, Ferdinando L.: Firenze, città nobilissima

Origine di Firenze. 
uero senza dubbio due Scrizioni di que primi tempi, di carattere 
Romano intagliato in marmo, trasferiti da Roma a Firenze nel Pa¬ 
lazzo de' Granduchi, che rigettano a fatto la predetta openione au- 
ta da Plinio, seguitato dal Poggio, e da altri, leggendosi distesa 
mente in ambidue senza veruna a bbreuiatura FLORENTIA, 
come veramente s' à dire in latino, e in volgare Fiorenza, e Firen- 
ze, come dicono essersi sempre detto il Machiauello, e 'l Borghino 
diligentissimi Antiquari, seguitati dal Giouio, che confuta anch' e¬ 
gli la parola Fluentia; queste son le parole del primo, 
MANIEVS 
D1S. 
GRANTANIVSSCAPTIANACER. ELORENTIAMII. COR. 
XII. VRB. CESERN. VIX. A. XXII. MII. ANN. 
V. Ex TEST. P. IVs. 
Delecondo 
Q. GARCENNIVS L. F. SCA. CELER. FLORENTIA MIL. 
CON. XI. PR. VIX. A. XXIX. MII. A. VI. H. S.E. 
Come Citta municipale, non è da rigettarsi l'openione di chi la 
eredette gouernata in qui primi tempi da' Duouiri o quattro Viri, 
e Decurioni, colle sue propie Leggi, permesse a Popoli priuilegia- 
ti degli onori del Senato come Municipj; a nessuno però per ri- 
ſpetto di Roma capo della Monarchia, su lecito reggersi sotto i 
Consoli e Senatori, se non dopo alla declinazione dello mperio, 
peruenuta l'Italia sotto i Gothi, da' quali perchè pochissime suron 
le Citta, che intimorite, soggiogate o vinte non fossero dalla lor 
potenza, ridotti in vn fascio gl'abiti, i costumi, e le Leggi, la 
condizione, il nome e la maniera del gouerno tucto diuerso dall'an- 
tico, su gran cosa che di Firenze sola attestar si potesse full' autorità 
di Paol Diacono, intraprendesse generosamente la difesa della sua 
liberta, assediata che ella venne, e rispinto l'esercito di 100. mila 
Goti ſu Monti di Fiesole, aiutata da Stilicone Capitano dello'mpe- 
ratore Onorio, costrettolo quiui a morirsi di fame, e'l Re Rada- 
gaſio fatto prigione, se ne liberasse, con speranza in tutti i Popoli d' 
Italia di potersi sottrarre dalla lor seruitu; vittoria, della quale es¬ 
sendosene attribuita vna gran lode solamente a' Fiorentini, a' me 
desimi conuenne anche farne vn esterna e perpetua memoria, col. 
la fondazione d'vna Chiesa a S. Reparata, per essere accaduta nel 
giorno della sua festa a gl'otto d' Ottobre del 407. Belle son le pa- 
role di S. Paolino, che ragionandone nella Vita di S. Ambrogio, an- 
ch' egli attribuiſce loro tutta la lode d' vn fatto d'arme di tanta con- 
ſes uenza, da cui riconobbeſi la ſalute della Città asediata da vn'e- 
sercito cosi poderoso. Noi altresi non dubitammo, assicurati da 
relazioni
	        
Waiting...

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer