Full text: Bocchi, Francesco: Le bellezze della città di Fiorenza, dove à pieno di pittura, di scultura, di sacri tempij, di palazzi i più notabili artifizij, & più preziosi si contengono

Fiorenza. 
163 
picciola statura, cosi comparati con le figure già 
nominate con bella considerazione significano quan- 
ta puote esser la lontananza dal luogo, dove fu messo 
in Croce il Salvatore, à quello, dove su sepolto. La 
tauola nella 
Cappella, che seguita, che è de Medici, e 
di mano di Santi Titi: dove è dipinto, quando Cri- 
sto risuscita del sepolcro: è bello il Salvatore, & 
fatto con molta arte: le bizzarre attitudini, & fie- 
re de ministri di Pilato, molto sono ammirate da 
gli artefici: si vede loro nel volto lo spavento, &t 
colti all' improviso da si gran caso, altri cerca di fug 
gire, altri senza poter mirare lo splendore, onde è 
abbagliato, trabocca à terra, & quasi in pittura si 
legge quello, che nelle sacre lettere si intende. 
Nella 
Cappella de Berti, la quale seguita, e la ta- 
uola di mano di Santi Titi altresi, dove è effigiato 
quando Cristo è à mensa con Cleofas, & Luca. So 
no belle tutte e tre queste figure, & fatie con gran 
de artifizio : da basso ci è vn puttino, che par viuo: 
& volgendo la testa in alto fa motto ad vna fanciul 
lina, che in vn piatto gli porge alcune ciriegie : di¬ 
uisati amendue con somina grazia, & mirabile ar¬ 
te. Dopo questa nella tavola della 
Cappella de' Guidacci è dipinto di mano di 
YGiorgio Vasari, quando cristo, poscia che è risusci 
dtato, apparisce à gli Apostoli : si vede S. Tomma- 
Mo, che per incredulità tocca il petto del Salvatore 
con mouenza molto pronta : Sono lodeuoli parimen 
ve le altre figure : & vn Casamento assai bello, & 
2 
dice.
	        
Waiting...

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer