Full text: Bocchi, Francesco: Le bellezze della città di Fiorenza, dove à pieno di pittura, di scultura, di sacri tempij, di palazzi i più notabili artifizij, & più preziosi si contengono

Fiorenza. 
155 
di Alessandro del Barbiere, fatta di vero con gran- 
giudizio . Poche sono le figure, ma ordinate con 
somma grazia, & acconciamente fanno altrui ri- 
sovvenire di quello, che nelle sacre lettere è scritto. 
Perche è diuisato il Cristo con molto sapere, in vi¬ 
sta humile, ma tuttauia pieno di maestà; i mini¬ 
stri di Pilato mostrano fierezza, & l'architettura 
con industria ordinata, il colorito dicevole al sog. 
getto, che ci è posto innanzi, rendono il tutto raro, 
& pregiato. Nella 
Cappella de'Zati è poscia vna tauola di mano 
di Iacopo di Meglio; dove è dipinta la Storia, con- 
forme à quelle parole del Vangelo: ECCE HOMO. 
Sono molte figure ordinate da questo pittore, perche 
ci rappresentino questo atto, & di vero non senza- 
industria commendabile. Appreßo alla 
Cappella di Lionardo Buonarroti, ci ha 
vna tauola di mano propria di Giorgio Vasari; do¬ 
ve è effigiato, quando Cristo porta la Croce, & è con 
lotto alla morte. Perche imaginata in suo pensi e- 
o la fierezza de' ministri di Pilato, il sembiante 
elle Marie affettuoso, ha questo raro artefice effi- 
ato, che per l'affanno del peso, che sente della 
roce, caggia in terra il Saluatore; per questo si 
de la Madonna assalita da eccessiuo dolore, come 
tramortita, ma sostenuta di sopra da S. Giouanni, 
& di sotto da vna delle Marie con tanta bellezza 
atteggiano la persona, che paiono vive, & la Ver 
gine priva di spirito, & di vivezza: si vede ap- 
preßo la Veronica, che porge il panno bianco, on 
de al suo maestro si asciughi il sudore, con vista col 
ma
	        
Waiting...

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer