Full text: Volume (2,2)

59 
gran vaglia, tra' quali Niccolò Aggiunti, 
Gio. Batista Torricelli e Vincenzio Vivia- 
ni, non parlavano che di Geometria e d’ 
Esperienze, questo gusto occupò l'animo 
del Granduca, e molto più quello del Card. 
Leopoldo suo fratello. 
Raccontasi che al Granduca Ferdinan- 
do fosse venuto in mente di tentare per 
mezzo del suo Laboratorio Chimico, se gli 
riescisse di fissare il Mercurio e render- 
lo malleabile come tutti gli altri metal¬ 
li. Per la più facile riescita nell' impresa 
comunicò il suo pensiero a Vincenzio Vi¬ 
viani, il quale non solamente ne lo di- 
stolse, ma prese anche opportunamente l' 
occasione di accender lo di più nobile e 
virtuosa curiosità, di applicarsi piuttosto 
alla Fisica Sperimentale, di cui sarebbe 
stato, quand’ egli avesse voluto, tra' primi 
Principi protettori (25). 
Cominciossi adunque a tentare il ri- 
scontro dell'esperienze fatte o scritte da 
altri, e se ne fecero delle nuove; il Prin- 
cipe stesso inventô diversi strumenti Fisi- 
ci; e questa fu la vera origine dell' Ac- 
cademia del Cimento. 
La prima volta che ella si adunò fu 
il 19. Giugno 1657. Ebbe per impresa un 
For¬ 
(25) Vedasi il Saggio di Storia Letteraria Fiorentina 
del vivente Sig. Sen. GIO. BATISTA NELLI, stampato in 
Lucca per Vincenzio Ciuntini l'an 1759. dove si trovano le 
più copiose notizie dei nostri progressi Filosofici nel secolo 
XVII.
	        
Waiting...

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer