Full text: Notizie istoriche riguardanti la miracolosa immagine di Maria Santissima detta della Palla, che conservavasi nella Chiesa del soppresso Monastero delle RR. MM. di S. Petronilla, e che al presente si venera nella Chiesa delle RR. MM. di Campansi

)(10)4 
sa, ancorchè grande non suppliva S’incominciava la celebrazione delle Messe 
la mattina di buonissim'ora, e si continuava fin depo l'Angelus del mezzo gior¬ 
no, con Messe sempre a turti gli Altari, e tanta fu la devozione del Popolo 
in offerir quelle, che oltrepassò il N.° di 1200. di oblazioni, senza altre molte, 
che celebraroro ogni mattina diversi Sacerdoti per loro devozione, tra'quali an¬ 
che l’Illumo, e Revm Monsig, Arcivescovo, e suoi Vicarj, i quali per loro gra¬ 
zia si degnarono onorare la nostra solenne Festa; nè essendosi potute terminare 
le Messe in quei giorni, si continuò dipoi per molti Mesi. S' estrasse dal Mo¬ 
nastero la S. Immagine senza ornamento di Voti, ancorchè se ne fossero po¬ 
tuti appendere sopra a cento cirquanta d’argento, ed altri di cartone : In ter¬ 
mine di otto giorni le se ne contarono appesi quarantasci d’argento, e sei di 
cartone oltre i miracoli occorsi nei Monasteri di Monache con pigliar con fede 
alcune gocce d’olio delle lampade, le quali ardevano continuamente alla Sacra 
Immagine. Fu notato per grazia particolare, che tra tanta calca di Popolo 
non intervenne disgrazia alcuna, nè di perdira di roba, nè di altri sinistix acci¬ 
denti soliti occorrere nelle gran calche. Fu anche notato per grazia singolare, 
che essendo vacata la Santa Sede Apostolica per tre Mesi, facendo le Madri par¬ 
ticolare orazione per la nuova elezione del Sommo Pontefice, la sera del Venor- 
di Santo una Monaca senti dirsi interiormente = La nuova elezione non sarà fatta 
prima che sia esposta al Pubblico la vostra Madonna = Il che appunto successe 
al 7 d'Aprile nella persona del Cardinal Fabio Chigi, che pigliò il nome di 
Alessandro VIl., e ne vennero le pubbliche nuove, quando nella nostra Chiesa 
ad onore della SSmña Vergine si cantavano le Litanie, al versetto Advocata Se 
nensium con tanto giubbilo di tutta la Città adunata in quel luogo, nel qualo 
erano ancora i Nipoti di Sua Santità, che bene si poteva dire con ragione Tu 
gaudium universa Terra. 
La mattina della Domenica ottava della Solennità, si cantè la Messa Solen¬ 
ne dall' Illumo sig. Canonico Sozzini Confessore delle Monache con gran con¬ 
corso di Popolo, ed il giorno si cantò il Vespro coll’ istesso concorso , e fatta la 
Processione per la Contrada, fu riportata in Convento con gran contento di tutte, 
quali nei giorni, che stette esposta, le facemmo sempre continua guardia quat- 
tro di noi tanto di giorno, come di notte, oltre le guardie, le quali si tennero 
fuori altresi continue con quantità di lumi. Il tutto ad onore, e gloria di 
S. D. M., e di Maria sempre Vergine. 
Il di 28. Gingno 1656. venne Monsig. Arcivescovo in visita, e da noi con 
grand'istanza gli fu domandata la celebrazione della Festa della nostra Santa 
Immagine pel dà 18 di Luglio; uel qual giorno si degnò manifestarsi miraco¬ 
losa col rendere la canità a quelle tre Fanciulle storpiate, il che fu da lui gra-
	        
Waiting...

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer