Full text: Descrizione della Reale Galleria di Firenze, secondo lo stato attuale

20 
la sua Casa, ma non l'ultimo che des- 
se pregio, e rilievo alla Toscana con 
I atricchimento della or mai tanto cele¬ 
bre Galleria. Si deve a questo Sovrano 
bizzarro per carattere, quanto savio, e 
filosofo per sentimento, una Collezione 
di 300. antiche Gemme incise, ch'Ei 
comprò dall'Abate Andreini, il primo 
che esaltasse il pregio delle Pietre inta¬ 
gliate nell'antica Grecia, e fregiate col 
nome dell' Artefice. Fu poi in seguito 
arricchita la Galleria di altre preziose 
rarità da questo Principe, in cui passò 
l’ereditaria ambizione e piacere de' suoi 
maggiori, cioè di vedere ascendere que¬ 
sto stabilimento alla maggior grandezza, 
e celebrità possibile. 
Anco alla dilui Sorella Gran Princi¬ 
pessa di Toscana, Anna Luisa, e Ve¬ 
dova dell' Elettor Palatino Gio. Gugliel- 
mo, deve la R. Gelleria significanti au¬ 
menti, poiche non solo dal suo specia¬ 
le amor Patrio pervennero molti Quadri 
della Scuola Fiamminga, ma un nume¬ 
ro grande ancora di pietre incise, e 
molte Monete, e Medaglie di Sovrani 
Tedeschi. Ella mori nel 1742. ultimo 
rampollo della Casa Reale Medicea.
	        
Waiting...

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer