Full text: Quartiere di S. Giovanni (6)

171 
per altrui avviso, non meno che per nostro regolamento 
uopo è che, seguitiamo. E però principiando dal Miner- 
betti, notar mi giova di lui, che nel 1615. fece questa 
Relazione delle Reliquie del Duomo per compiacere 
alle istanze del Granduca Cosimo II. c alla divozio ne 
delle due Granduchesse Maddalena d’Austria, e Cristi- 
na di Lorena, questa Madre, e quella Consorte di 
Cosimo, dal quale il Minerbetti avea avuta la dignità 
di Arcidiacono Fiorentino, onde essendo Capo di si 
nobile Capitolo, potè avere tutto il comodo di riscon- 
trare ogni coſa, e però non ci è lecito il dubitare 
della verita di quanto egli scrisse: Il Granduca Fer- 
dinando II. lo nominò Vescovo di Cortona, e suo Con- 
sigliere, e Compagno della nobile Comitiva nel Viag- 
gio, che detto Principe fece per l’ Italia, e per la 
Germania: Ma ritornando alla relazione del nostro Ar- 
cidiacono, questa sempremai basterà per formare di 
tal Prelato il giuſto concetto d'Uomo versatissimo nel 
le Storie Ecclesiastiche, e Fiorentine. Che se pure in 
essa v’ ha qualche abbaglio, questo non percuote l’iden- 
tità delle Reliquie, che sono il punto principale da 
lui diligentemente maneggiato, ma piuttosto i pochi er- 
rori provengono dalle antiche tradizioni a' nostri tem- 
pi riconosciute assai dubbie : E se alcune poche Reli- 
quie gli sfuggirono dagli occhi, forse erano queste se- 
polte in altri Altari, o posteriori al tempo, in cui egli 
fece la sua per altro commendatissima Relazione. All 
Arciveſcovo Piero Niccolini dobbiamo grado di altra 
più copiosa descrizione, conciosiachè nel 1633. questi, 
ritornato che fu da Roma, ed avendo principiato la 
visita della Cattedrale, volle riscontrare tutte le Reli- 
quie colle particolarità de i lavori, e de i metalli, che 
adornano i vasi, ne' quali esse si racchiuggono, come 
appare dagli atti iuridici del suo Cancelliere, che sono 
nell'archivio dell'Arcivescovado. Il terzo, che ne par- 
lò, fu Stefano Roſselli nel suo Sepoltuario Opera mano- 
scritta, che fa tanto onore a si nobile Antiquario, il 
quale, se rare notizie ci ha lasciato delle Chiese Fioren- 
Tom. VI. 
tine,
	        
Waiting...

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer