Full text: Quartiere di S. Giovanni (5)

195 
convocationem vocati fuerunt supradicti fratres videlicet, 
Fr. Liseus Bastiani de Flor. Alexius Nicolai Minii de 
Flor. & supradictus Frater Clemens Prior, qui fratres 
una cum dicto Priore, & dictus Prior una cum dictis fra¬ 
tribus volentes omnia, & fingula supra per eos tracta- 
ta, facta, & gesta executioni mandare vigore licentie 
eis concesse, & attribute a Rewerendo Patre Fratre 
Bartolomeo de Senis Vice, Vicario Provincie Obserantie 
Senarum, & Pistorii, & predicti Monasterij de Chiari- 
to, cuius licentie tenor talis.erat, videlicet. Frate Bar- 
„tolommeo da Siena Priore, et Vicevicario dell' ob- 
„ſervantia della Provincia di Siena dell' Ordine, di S. 
„Agostino, al Priore di Chiarito Frate Chimento di 
„Chiarito da Firenze concede buona licenza, che ven- 
„dere poſsa una Casa posta nel Popolo di S. Loren- 
„zo nella Viaidii S. Gallo, con questo che il prezzo 
ſi rinveſta nell' utilità di detto luocho di Chiarito, 
»e cholui, che la compera, si chiama Biagio Bastieri, 
„e compera per la vita sua durante, e de i suoi Ni- 
» poti, e cosi sono pienamente contento. Data in 
„Convento di Chiarito 19. di Luglio 1450. e col mio 
„suggello piccolo ho ſuggellata Idcirco omni meliori mo¬ 
do &c. rog. Ego Laurentins fil. ol. Christophori Not. Du- 
rarono intanto le povere Suore di Chiarito nel Convento 
di S. Caterina fino al 1453. quando succeduto a Pa- 
pa Eugenio Niccolò V. questi alle suppliche della Re¬ 
pubblica Fiorentina, e di molti Gentiluomini, i qua- 
li di mal occhio vedevano le loro parenti prive dell' 
antico Monaſtero, cassò,be annullò la Bolla di soppres- 
sione del suo Predecessore, e rimise nel pristino luogo 
le Monache, avendo egli deputato a ciò fare suo Com- 
missario Apostolico il Santo. Arcivescovo Antonino, 
quale per la stima, e concetto, che avea di queste Mo- 
nache, con piacere esegui la graziosa commissione, re- 
stituendo la dignità di Badessa a Suor Tommasa, ri- 
mettendola con le sue Suore, e con i loro effetti nel 
Monastero di Chiarito, conservandosi al num. 31. e 32. 
la Carta di cosi solenne atto, rogata da Ser lacopo di 
Ser
	        
Waiting...

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer