Full text: Quartiere di S. M.a Novella (4)

295 
essi le raccomandassero al Vescovo Giovanni, da cui 
i Padri ebbero la licenza di collocarle nel Convento 
del Pian di Ripoli, mediante il contratto, che abbia- 
mo riferito altrove, in virtù del quale il soprallodato 
Fra Vincenzio Fontana ſcriſse nella sua Storia de' Mo- 
nasteri Domenicani, come nell' anno 1252. le Mona- 
che di Ripoli ottennero dal Vescovo Giovanni Man- 
giadori l’ esenzione del Monaſtero da ogni iurisdizione 
del Vescovo, e della Chiesa Fiorentina. 
III. Viene ora un altro importante fatto di Papa 
Innocenzio IV. riguardante questo Monastero; nel rac- 
conto del quale, se sono concordi in riferirlo i sopral¬ 
lodati Autori, non piccola contradizione però ci' re¬ 
cano gli Scrittori delle Vite de' Romani Pontefici. Era 
adunque cresciuto il novello Monastero per la prote¬ 
zione del. Vescovo Giovanni, e de' suoi successori in 
gran reputazione, e si annoveravano in esso Donne del- 
la primaria Nobiltà, leggendosi replicatamente nelle 
loro Scritture il titolo di Sorores valde Nobiles, e quel- 
lo che più assai deve ſtimarsi, erano in concetto di si 
rara bontà, che non altrimenti chiamavansi, che Mu¬ 
lieres Sanctissima Vita, contentissime eziandio essendo 
della cura, del governo, e della direzione de'Padri Do- 
menicani, tra' quali trovasi, che le governasse nello spi¬ 
rito San Pier Martire per que' tre anni, che egli fa- 
ticò in Firenze contra gli Eretici. Quando ecco il 
Monastero circa il 1250. in pericolo di uscire dalla 
ubbidienza de' Padri, se il Pontefice Innocenzio IV. 
non vi provvedeva con sua Bolla data in Lione, ove 
il Papa era al Concilio Generale. Ed il Padre Sandri- 
ni, che ebbe tutto il comodo di leggere questa Bol¬ 
la esistente nell' Archivio di Santa Maria Novella, ne ri- 
férisce il tenor di essa cosi. , Ordinò (il Pontefice) 
„ al Provinciale Romano, ed a’ Frati di Santa Maria 
„Novella, che non lasciassero la cura del Monastero 
„ di Ripoli; che proseguissero assolutamente a tenere 
„ il governo delle Monache, e perchè erano molte, ed 
„astrette in gran necessità, loro dà privilegio, che 
„ pos¬
	        
Waiting...

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer