Full text: Quartiere di S. M.a Novella (4)

230 
nose celebre fu quella, che rammenta Ricordano Male- 
spini al capo 185. e fu contra i fuorusciti Ghibellini, 
i quali seguaci del Conte Novello Guido tentarono di 
ritornar da questa banda in Firenze, ma da' Guelsi as- 
pramente saettati, e feriti, astretti furono a fuggire. 
Questo Prato finalmente rimaso chiuso in Città nell 
ultimo recinto, fu circondato di varj edifizj, tra quali 
fanno vaga veduta tre Chiese, il Casino de' Corsini, 
ed un lungo braccio di casamenti uniformi edificati dal¬ 
la Religione de' Cavalieri di Santo Stefano: Finite poi 
per grazia del Cielo le guerre civili, e per gravi 
motivi proibiti altresi. i giuochi popolari dell' ar¬ 
meggiar delle potenze, su di questo Prato succedute 
sono le gare de'Barberi, cavalli famosi al corso, i qua- 
li di quà prendono le mosse per guadagnar i ricchi 
palli soliti darsi nelle feste di San Giovanni, di San 
Piero, e di San Vettorio, nè può negarsi, che il più 
bello, e dilettevole di tali corse non si goda su questo 
Prato, come si vede dal Rame, che qui diamo, fattosi 
copiare da un quadro di raro pennello presso i Signo¬ 
ri Marchesi Ridolfi di via Maggio, cui io ne debbo 
grado per la cortese licenza concessami di poterlo ri¬ 
trarre, conservandosi dal gentilissimo Marchese Cosimo 
nelle sue nobili stanze; forse spiacerà a taluno il non 
vedersi nell’ immagine il terrazzino de' Principi, è pe- 
rò scusabile il pittore, che avendo voluto metter in bel¬ 
la veduta la mossa de’Cavalli secondo le leggi della 
prospettiva, non potè rappresentare tutto il Prato. E 
cosi data una breve notizia di questo luogo entreremo 
in Sant’Anna. 
II. E primieramente noteremo, come per ispecial 
favore de' Duchi Alessandro, e Cosimo de' Medici dall' 
Arte de'Mercatanti furono cedute al Monastero le ra- 
gioni sopra la Chiesa, ed alquante case; onde rimase 
libere padrone le Monache, coll'aiuto ancora di gene- 
rose limosine, e di abbondanti legati, poterono rin¬ 
novare la Chiesa, ed ampliare il Convento. E benchè 
io non pensi di riferire qui i tanti lasciti dai Fiorenti¬ 
ni
	        
Waiting...

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer