Full text: Quartiere di Santa Croce (2)

279 
che la benedisse, reſtando la piccola mano in tal atto 
soſtenuta dalla Madonna, come fino al di d' oggi si può 
vedere. Alla quantità dei voti offerti a questo altare, 
straordinario fu quello della Serenissima Granduchessa 
Cristina di Lorena, che vi mandò un bambino fasciato 
di argento, per ottenere la sanità del Gran Principe suo 
Figlio, che su poi il Gran Duca Cosimo II. 
IV. Or vediamo la fondazione del Monastero tan- 
to più maravigliosa, quanto più bassa trovasi la condi¬ 
zione delle sei Donne Fondatrici, povere di facoltà, ma 
ricche di spirito, e di devozione, che furono Dome- 
nica di Clemente Checchi di Castelfranco, Ginevra, e 
Maria di Andrea del Berna da Santa Maria Impruneta, 
Lisabetta di Andrea Pollandi da Sesto, Taddea d’Ipo- 
lito Valenti di Firenze, e Lucrezia di Leonardo di Pie- 
ro di Firenze. Queste insieme si unirono sotto la cura, 
e la protezione di Marco di Matteo Strozzi Canonico 
Fiorentino, il quale volendo soddisfare alla loro pia 
mente, procurò, che con quelle poche facoltà, che a- 
veano, comprassero una casa di Dionisio di Clemente 
Lanaiolo sul canto del Rosaio in via Laura, che in oggi 
si chiama della Colonna, la quale riusciva in via Ven- 
tura, addimandatasi poscia via della Crocetta, e que¬ 
sta casa era stata fabbricata dal magnifico Lorenzo de 
Medici Padre di Leon X. ne fu pagata scudi 480. ro¬ 
gatone lo strumento Alessandro da Cascese 21. di Ago¬ 
ſto 1508. lo che fatto, l'anno 1509. ne’ 14. di Aprile 
il Sabato in Albis (secondo il Breve ottenuto da Giu¬ 
lio II. e poi confermato da Leon X.) per ordine dell' 
Arcivescovo Cosimo de Pazzi, Messer lacopo Mannelli 
Vicario Generale, e Canonico Fiorentino le vesti dell 
abito del Terz' Ordine della Penitenza di San Dome- 
nico, a simiglianza di quelle di San Vincenzio di An¬ 
nalena; e perchè tutte amavano di ubbidire, e niuna 
voleva comandare, ed essendo necessario, che avessero 
una Priora, nello stesso giorno fu cavata dal Mona¬ 
stero di San Girolamo, detto delle Poverine dell Ordi- 
ne degl'Ingesuati, una Conversa per certi segni di san- 
tità
	        
Waiting...

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer