Full text: Quartiere di Santa Croce (2)

in un Corridore; sebbene le più sono state ammonta- 
te una sopra l’ altra nel sotterraneo lungo quanto 
tutta la Chiesa, e alto tre braccia tra il pavimento an¬ 
tico, ed il nuovo. 
VII. Ma passando oramai dai pregj dell' antichi¬ 
tà ad altre notevoli memorie, questa Chiesa si rese il¬ 
lustre per le adunanze, che frequenti quivi facevano 
i Signori, massimamente quando non aveano ancora il 
Palazzo di Piazza solamente terminato circa il 1300. 
Nei maggiori Consigli adunque, non avendo la Città 
Salone capace in S. Piero Scheraggio trattavansi alcu¬ 
ne volte i più gravi, e pubblici affari di Pace, di Guer¬ 
re, e di Riforme.(E memorabile fu l’anno 1292. per la 
unione in ouesta Chiesa di buoni Uomini Mercatanti, ed 
Artefici desiderosi della pace interna, dei quali fu capo 
un Uomo valente Popolano, detto Giano della Bella, 
ed a questa lega celebrata in S. Piero Scheraggio si deb¬ 
bon le Leggi nuove contra de’ Grandi, siccome il 
principio del Gonfalonierato di Giustizia aggiunto ai 
6. Priori da mutarsi di Sesto in Sesto, per tempo di due 
mesi, e quivi a suono di campana al nuovo eletto 
Gonfaloniere davasi il. Gonfalone, che era la Croce 
vermiglia in campo bianco. Ma perchè le suddette 
novità non potevano piacere ai Grandi; qui pure, co¬ 
me dice l'Ammirato Lib. 4. segui, che Betto Frescobal¬ 
di uno de' più potenti, e pieno di astio contra del 
Popolo, avendo assalito Giano della Bella, e presolo 
pel naſo , lo minacciò di tagliarglielo, se più a¬ 
vesse ardito di cozzare co i Grandi. E per la vicinan- 
za di questa Chiesa ai Signori anche dopo la erezio¬ 
ne del Palazzo trovo, che in essa furono fatte solen- 
ni funzioni dalla Repubblica, come nel 1374. i nuovi 
Priori col Gonfaloniere, che era Filippo Bastari, vol¬ 
lero ivi prendere il possesso del futuro Governo, con 
le solite pubbliche cerimonie. E nel 1509. in questa 
Canonica pure furono alloggiati gli Ambasciadori man¬ 
dati da Pisa, la quale ridotta alle ultime estremità dal- 
l'aſsedio de' Fiorentini, spedi otto de' suoi Cittadini 
a da¬
	        
Waiting...

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer