Full text: Quartiere di Santa Croce (2)

165 
questo suo affetto riguardasse la Patria di quelle prime 
Fondatrici venute, come di sopra si è notato, dalla Marca 
da lui governata. Il perchè si addimandino le Monache 
di Montedomini, non si può porre in dubbio, che simi¬ 
gliante denominazione venisse dal luogo, chiamato Mon¬ 
tedomini, ove fu fabbricato il Monastero, come da un 
Diploma di Ottone sino dal 1002. riferito dall'Abate U¬ 
ghelli Tom. 3. dell' Italia Sacra in favore della Badia 
Fiorentina, dove confermando le donazioni fatte a 
Monaci dal Marchese Ugo leggesi: insuper Curtes Mon- 
tis Domini. 
IV. Ma dappoichè siamo in questo luogo, ragion 
vuole , che noi rapportiamo le donazioni al Monastero 
fatte dai Fiorentini mossi dalla straordinaria Santità delle 
Suore ivi abitanti, e lodate da Luca Wadingo nel tomo 3. 
il quale fa spezial menzione di due, come appresso: Du- 
sa Virgines egregias, Catharinam de Albertis, & Margha- 
ritam de Cavalcantibus olim professas S. Clarae institutum in 
Monasterio de Monte Domini prope Florentiam, ibi iampridem 
ambulare coeperant in viis Domini, & in charitate non ficta 
sed ardentius bic Christi vestigia sunt secuta; genus, atas, 
rerum agendarum scientia utrique ferme fuerunt aqualia, 
sola fuerunt exercitia inaqualia, Catharina nempe Marthae 
Margharita Maria vitam diligentissime sunt emulatae, & 
utraque eodem ferme tempore sancto fine quievvit. 
V. Venendo ora alle donazioni si apprende dall’Ar- 
chivio di Or S. Michele, che Agnesa moglie di Banco 
Acciaiuoli lasciando il suo a i Capitani di detta Compa¬ 
gnia, gli obbliga a dare ogni anno in perpetuo sei staia 
di grano alle Monache di Montedomini, le quali anche 
inoggi godono di questa limosina. Nell' Archivio di S. 
Croce al Lib. segnato B,, Luca di Tegghia de’ Tolosini 
„ 1347. lascia al Monastero di Montedomini in pop. S. 
„ Marci Veteris de prope Florentiam unam Casam in pop. 
„ S. Simonis, sitam vicino alla Vigna vecchia ,, Le itesse 
Monache furono fatte eredi universali da Davanzino 
fil. olim Davanzini de Scudellaris nel 1362. rogato 
ai 19. di Marzo Ser Piero Pucci, come alle Gabelle lib. 
D. 14.
	        
Waiting...

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer