Full text: Quartiere di Santa Croce (1)

132 
„alla detta insediazione, si faccia simile protestazione, 
„ che di sopra si ragiona nella insediazione di Sancta Re¬ 
„ parata, cioè che non pregiudichi ad alcuna ragione del 
„ Comune di Firenze, o di alcuna altra persona. E det- 
„ ta la Messa usata de dire in simile acto in S. Giovanni 
„ essi Guardiani conducono e guidono Messer lo Vescovo 
„ nel detto loro Palio da S. Giovanni al Vescovado, e 
„ accompagnatolo insino alla Cappella del detto Vesco¬ 
„ vado, e factasi per Messer lo Vescovo la debita reve 
„ rentia all’ Altare, e insediatosi per se medesimo e per 
„ i detti Guardiani come sia di piacere di Messer lo Ve¬ 
„ scovo i detti Guardiani facciano il giuramento usato 
„ della Fidelità, Vassallaggio, e Guardianeria come sono 
„ usati ec. E facto questo e desenati con lui come è di 
„ usanza se ne ritornino alle loro Case col detto Palio 
„ come è di usanza rimanga appresso di loro. 
Riservate salve, illese, & immaculate in tutte le 
sopraddette cose ceremonie e acti, le ragioni del Co- 
„ mune di Firenze, e da Messer lo Vescovo presente, e 
„ che per lo tempo saranno ,, 
Questa deliberazione della Signoria è sottoseritta da 
nove teſtimonj con la solita conclusione: Acta omnia su¬ 
prascritta in Palatio Florentino residentiae Dominorum Prio¬ 
rum & Vexilliferi Justitia & c. Ego Joannes filius olim Sil¬ 
vestri Neri Notarius, Apostolica, & Imperiali auctoritate 
Judex &c. 23. Gennaro 1385. 
V. Ma perchè questa deliberazione accenna le solen- 
nità uſate tra il Vescovo, e l’ Abbadessa, che il Varchi, 
il Cerracchini, ed altri chiamano Sposalizio del Vescovo 
coll’ Abbadessa, ho giudicato bene, perchè maggiore e- 
rudizione acquisti il Leggitore riferire qui la formalità 
ed il Cerimoniale, che era solito praticarsi dall' Arcive¬ 
scovo nello spoſare la Badeſsa, cavato appunto dalla de¬ 
scrizione di quel che segui per l’ ingresso di Monsignor 
Arcivescovo Altoviti, dal Libro segnato G. nel Monaste¬ 
ro, Del Mese di Maggio 1567. adi 15. in Giovedi il Re¬ 
„ verendissimo Monsignor Antonio Altoviti Arcivescovo 
„ di Firenze venne al suo Arcivescovado, e la mattina en- 
„ tran¬
	        
Waiting...

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer