Full text: Dalla Porta a Pinti fino a Settignano (6)

161 
egualmente ammirabili di Scultura, che anzi 
barbaramente le troncarono, e quasi in ce- 
nere le ridussero. Il Vasari, che le vide 
ce le descrive minutamente, come vedremo, 
nel T.II. p. 176, e deplorandone la perdita, 
con tutta ragione inveisce contro chi si op 
pose al nobile progetto di chi con tanto di 
spendio le, ordinò, di vederle ultimate, e 
poste al suo destino, che ora la sorte avrem- 
mo di vederle, e di ammirarle in Firenze 
Ecco le parole istesse del Vasari.„, Nel 1515. 
volendo i Capi, e Maggiori dell' Ordine di 
Valombrosa traslatar’ il Corpo di S. Gio. Gual- 
berto dalla Badia di Passignano nella Chiesa 
di S. Trinita di Fiorenza, fecero fare a Be¬ 
nedetto (da Rovezzano) il disegno, e metter 
mano a una Cappella, e Sepoltura insième, 
con grandissimo numero di sigure tonde, e 
grandi, quanto il vivo, che accomodamente 
venivano nel partimento di quell'opera in 
alcune nicchie, tramezzate di pilastri, piene 
di fregiature, e di grottesche intagliate sot- 
tilmente, e sotto a tutta quest opera aveva 
ad essere un basamento alto un braccio, e 
mezzo, dove andavano storie della Vita di 
detto S. Gio. Gualberto, ed altri infiniti or- 
namenti aveano a essere intorno alla Cassa, 
e per finimento dell’opera. In questa Sepol- 
tura dunque lavorò Benedetto, ajutato da 
molti intagliatori, dieci anni continui, con 
grandissima spesa di quella Congregazione, 
Vol. VI. 
e con¬
	        
Waiting...

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer