Full text: Dalla Porta a Pinti fino a Settignano (6)

trovare altro antico monumento, se non 
quello riportato dal Lami Mon. Eccl. Flor. 
T. 2. pag. 1099., in cui rammentasi que- 
sta Chiesa in un contratto del 1216., sic¬ 
come in altro rogito dei 19. Settembre del 
1226. esistente nell’ Archivio Diplomatico, 
in cui questa Chiesa vien chiamata a con¬ 
fine con alcune terre vendute da Benintendi, 
e Baldone Figli del q. Marsilio alle Mona¬ 
che del già Monastero di S. Pier Maggiore 
di Firenze. Che poi fin d’allora fosse Par- 
rocchia deducesi da altra Carta del predet- 
to Archivio dei 6. Febbrajo 1302., in cui 
Matteo da Ravenna Canonico di Forlimpo- 
poli Vicario di Lotterio Vescovo di Fi¬ 
renze ad istanza del Prete Chello Procura¬ 
tore delle suddette Monache fa una depu¬ 
tazione di diverse persone per determinare 
i confini tra la Parrocchia di S. Pier Mag- 
giore, e quelle di S. Ambrogio, di S. Si- 
mone, di S. Maria in Campo, di S. Mi- 
chel Visdomini, e di S. Gervasio ; lo che 
fa vedere quanto in quei tempi estesa fosse 
la giurisdizione territoriale di queste Chie¬ 
se. lo sono di parere, che questa deputa¬ 
zione provenuta fosse da questioni tra loro 
insorte; difatti dal seguente istrumento dei 
14. Ottob. del 1265. pur ivi esistente ab- 
biamo, che le Monache di S. Pier Mag- 
giore ad istanza di Don Orlando Monaco 
della Badia Fiorent. Procuratore di Guar- 
niero
	        
Waiting...

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer