Full text: Dalla Porta a Pinti fino a Settignano (6)

la memoria di S. Giusto Arcivescovo di 
Lione, e non quella del Santo Protettore 
di Volterra, di cui oltre il non se ne fare 
dalla Chiesa Fiorentina Offizio alcuno, essa 
ricorre nel di 5. di Giugno. In simile equi- 
voco è caduto il Vasari nella Vita di Do¬ 
menico del Ghirlandajo, il quale descriven- 
do una Tavola da questo dipinta per questo 
Convento, dice aver ivi ancora rappre- 
sentato San Giusto Vescovo di Volterra. 
Lungi dal vero è ancora, che Lorenzo il 
Magnifico nodrisse dell'affetto per i Volter- 
rani, mentre l'Ammirato in più luoghi 
della sua Storia Fior. ci adduce dei docu¬ 
menti da crederlo anzi, che nô, poco con- 
tento, e sodisfatto del contegno dei Vol- 
terrani; difatti ei dice nel Lib. XXIII. 
„ Lorenzo dei Medici disse, che la teme¬ 
rità del Popolo Volterrano era da esser ca¬ 
stigata coll'arme, acciocchè la quinta volta 
non avesse lo esercito Fiorentino a vedersi 
intorno le mura di Volterra., Oltre di che 
si sà che Volterra si ribellò da Fiorentini 
nel 1475., e vi uccise il loro Capitano. 
La fine assai lugubre di questo an¬ 
tico Convento l'abbiamo nel Cap.- 5. della 
V'illeggiatura di Majano opera MS. del so- 
pra mentovato Ruberto Gherardi, in cui 
dicesi quanto appresso „ Ma per narrare 
del nostro Convento di S. Giusto, ancora 
in esso seguirono sconcerti per opera di una 
vec-
	        
Waiting...

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer