Full text: Dalla Porta a Pinti fino a Settignano (6)

17 
co pregio dagl' Italiani la sua Istoria, che 
in 22. Libri lasciò scritta dei tempi suoi 
cioè dal 1536. al 1574, mentre gli uomini 
savi l’hanno sempre riguardata con parti¬ 
colare stima. Quel che poi è vero, è, che 
il tempo, in cui scrisse, e l’incumbenza, 
ch’ ebbe di farlo da Cosimo I., il constrin- 
sero ad omettere certe cose , e ad usare di 
una prudente riserva intorno ad altre, le 
quali troppo da vicino interessavano la ge- 
losa politica di Cosimo, di che è da vedersi 
il Sen. Anton Filippo Adami nel suo eru¬ 
dito Prospetto di una nuova compilazione 
della Storia Fior. pag. 56. Mori finalmente 
nel 1579, e Francesco Bonciani poi Arci- 
vescovo di Pisa recitò in sua lode nella 
Chiesa di S. Maria degli Alberighi un' Ora¬ 
zione funebre, che trovasi impressa nel Vol. 
III. P.1. delle Prose Fiorentine. Tra i molti 
altri Depositi evvi ancora quello della Fa¬ 
miglia dei Nerli, ove è sepolto quel cele- 
bre Tanai nemico del Pad. Savonarola, che 
procurò fosse trasportata la Campana di S. 
Marco a questo Convento, ove stette fino 
a tanto, che non fu ai Frati di S. Marco 
restituita da Gio. Guasconi Gonfaloniere di 
Giustizia, come attesta il Burlamacchi Scrit- 
tore isocrono nella vita del Pad Savonarola 
pag. 146. ediz. di Lucca 1764.. Intorno al 
detto Deposito sono le seguenti parole Sep. 
Descendent. Tanais Phi. de Nerlis MCCCCVCII. 
e in 
Vol. V.
	        
Waiting...

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer