Full text: Dalla Porta a Pinti fino a Settignano (6)

234 
miglia è la vera ragione, per cui dal 1475. 
in poi trovansi, come vedremo, al governo 
della medesima Pieve molti di tal Famiglia 
L'ultima vicenda di questo Padronato 
avvenne finalmente nel 1530, in cui per la 
morte del menzionato Piovano Maestro 
Niccolò Strozzi, i Giacomini mai acquieta- 
tisi della perdita della Pieve tolta loro da 
Sisto IV., presero, come narrasi in dette 
Ricordanze, la tenuta della medesima, ed 
elessero in nuovo Piovano il Can. Fior. Nic- 
colò Miniati, il quale per cattivarsi la gra- 
zia del Card. Niccolò Ridolfi Arcivescovo 
di Firenze ad esso concesse, e rinunziò in 
perpetuo la sua Chiesa. E per vero dire i 
tempi non potevano essere più infelici per 
la Famiglia Giacomini, una di quelle, che 
sostenevano la libertà della Patria, e per 
conseguente nemica alla Casa. Medici. Se- 
deva allora sul Vaticano il Som. Pont. Cle- 
mente VII. della Famiglia Medici, l'Arciv. 
Ridolfi era creatura del medesimo Pontesi- 
ce, e Gio. Giacomini niente riconciliato col 
Duca Cosimo trovavasi tra 1 Fiorentini ar- 
mato contro l'inalzamento dei Medici nel- 
la Fortezza di Montemurlo, ove dal Vi- 
telli fatto prigioniero, e condotto a Firen- 
ze lasciò sul palco la Testa, e gli Eredi in 
circostanze cosi funeste perderono in per- 
petuo il Padronato della Pieve, che pas- 
sata nelle mani dell Arcivescovo, ancora 
inog-
	        
Waiting...

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer