Full text: Dalla Porta a Pinti fino a Settignano (6)

225 
dedur se ne potrebbe l’antichità sovraggran- 
de eziandio di questa Pieve, mentre nell 
Istrumento da esso riportato vien chiamata 
a confine la Chiesa di S. Pietro, Monasterio 
sito Ricavata prope Ecclesiam Sancti Petri 
in Territorio Flor.; ma comecchè detto istru- 
mento appartiene non già alla Badia di Ri- 
poli, ma bensi al Monastero di S. Bartolom- 
meo a Galliano nel Mugello, come già si 
è veduto, cosi concluder dovremo non po- 
tersi neppur verisimilmente fondare asser- 
zione alcuna. Il Padre Richa, a cui note 
esser non poteano le ulteriori scoperte fatte 
dal Pad. Ildefonso Carmilitano Scalzo, ma 
bensi non dovea ignorare la palinodia del 
Gamurrini, parla in questa guisa in una 
memoria MSS. inserita nel Tom. III. della 
sua Istoria delle Chiese Fior. MSS. nella 
Magliab. dell'antichita di questa Pieve sul- 
la certezza, che il menzionato Istrumento 
riguardasse la Badia di Ripoli. „ Or per 
quello, che tocca la Pieve di S. Pietro a 
Ripoli si considerino primieramente le pa¬ 
role del contratto prope Ecclesiam Sancti Pe- 
tri, che infatti ella è distante mezzo miglio 
dal suddetto Monastero di Ripoli; in secon- 
do luogo per istabilire la Pieve già esistente 
nel 700. osservinsi quest' altre parole: quod 
bone memorie Adonaldus Bisavus noster afun¬ 
damentis construxit, vale a dire una Chie- 
sa, e Monastero fondati dal Bisavo dei tre 
Vol. V. 
Fra-
	        
Waiting...

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer