Full text: Dalla Porta a Pinti fino a Settignano (6)

152 
Niccolò V. vi uni ai 25. Ottobre 1451. 
il piccolo Monastero di S. Croce del Castel¬ 
lo di Civitella del Vescovo, dell' Ordine di 
S. Benedetto Diocesi d’Arezzo, e nel 1453. 
la Chiesa di S. Ansano di Calognano. 
Pio II. confermò diverse unioni già fatte 
dai suoi Antecessori, e poi dai medesimi revo¬ 
cate, e fece altresi ai 7. Agosto 1459. l'unione 
del Monastero di S. Maria di Mamma nel 
Poggio di Mariano nel Val d’Arno di sopra 
dell’ Ordine di S. Benedetto Diocesi d'Arez¬ 
zo, e nel 1458. il Priorato di S. lacopo di 
Carbonaja 
Finalmente il Cardinale Giulio de' Me¬ 
dici Legato Apostolico ec. ordinò ai 5. di 
Marzo 1519., che fosse unita la Chiesa Par- 
rocchiale di S. Andrea di Papajano di giuspa¬ 
dronato delle medesime Monache del Para- 
diso. 
Impinguato cosi il Patrimonio del no¬ 
stro Convento potè per conseguenza ridursi 
in miglior forma di quel, che non lo era 
per l'avanti. Difatti nel 1442. sembra, che 
fosse del tutto ridotto a fine, mentre tro- 
vo, che il Card. Domenico del Titolo di S. 
Maria in Vialata, detto volgarmente il Card. 
di Fermo, per autorità concessali da Euge- 
nio IV., che era in Firenze, ordina a Bar 
tolommeo da Vinci Vescovo di Valvi di 
consacrare il Capitolo, e il Cimitero, il 
che esegui ai 12. Giugno di detto anno alla 
pre¬
	        
Waiting...

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer