Full text: Dalla Porta S. Niccolò fino alla Pieve di S. Piero a Ripoli (5)

66 
dentemente dice, che questo Vescovo seco 
recò d'Italia multa Corpora, et pignora San- 
ctorum, dovendosi intendere per nome di 
pignora ancora le Reliquie parziali; e questo 
detto sia se per salvare la verità del rac- 
conto di Sigeberto, e per confermare l'esi- 
stenza del di lui Corpo in questa Basilica. 
Che poi questo gloriosissimo Santo Mar- 
tire appartenga alla Città nostra non solo 
come domiciliato, e martirizzato in essa, 
ma ancora come Cittadino della medesima 
lo scrivono comunemente i nostri Istorici 
sembrando, dice il Borghini, piuttosto fa 
volosa, che verisimile l'opinione d'alcuni, 
i quali senza fondamento alcuno, asserisco- 
no col Villani autore quanto veridico nel- 
le cose dei suoi tempi, altrettanto sospetto 
nelle antiche, che egli fosse un Figlio del 
Re d'Armenia, venuto in queste parti a 
far penitenza. Per quanto è in un Passio- 
nario della Strozziana, e nelle Lezioni an¬ 
tiche della nostra Chiesa Maggiore, come 
ancora nella vita maggiormente antica pri 
ma della decollazione il nostro Santo Mar- 
tire fa per due volte nel nostro Anfiteatro 
esposto alle Fiere, ed ai Leopardi per es 
sere straziato: Adducatur fera crudelis, et pes 
sima, ut eum devoret, dopo di che Leopardus 
extinctus est, e quindi Adducatur fera omnium 
ferarum horribilis, et devoret illum; statim- 
que presto preparatus est Leopardus, ipsa 
Fera
	        
Waiting...

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer