Full text: Dalla Porta S. Niccolò fino alla Pieve di S. Piero a Ripoli (5)

174 
chissimo Villaggio di Varlungo, di cui ri¬ 
mane adesso a parlarsi. Il Dott. Lami, se¬ 
guito poi da altri, è di sentimento, che 
il nome desuma anzichè nò da Vadum 
Longum per essere stato un luogo paludo¬ 
so, e acquidoso. „ Dal Gorgo (che rima¬ 
ne ora presso la Porta alla Croce ) sino a 
Rovezzano, egli dice nel Tom. 2. p. 392., 
ed il conferma nel T. 1. p. 20. delle sue 
Lezioni Toscane, e nel T. I. p.846. Mem. Eccl. 
Flor. e T. II. p. 1057., era un tratto acquo¬ 
so, e palustre, e pieno di marassi, onde 
non con altro nome si chiamò, che di Va¬ 
dum Longum, come si conosce dagli stru¬ 
menti del Secolo XI., i quali si conserva¬ 
no nell’ Archivio Capitolare Fior., il qual 
nome si è convertito in oggi per corru¬ 
zione in Varlungo, e Guarlone. „ Che di¬ 
fatti cosi si appellasse eziandio in antico, 
risulta da una donazione di Carlo Magno 
del 780. in circa riportata dal Ch. Cav. 
Girolamo Tiraboschi nel T. II. della Sto¬ 
ria della Badia di S. Silvestro di Nonantola 
pag. 28., in cui dicesi: Corte Moncile, Vado 
longo &c. E di opinione eziandio il Lami 
T. I. Lez. Tosc. pag. XCII. che il Vadum 
Medianum rammentato in un Placito del 
781. dell’ istesso Carlo Magno pubblicato 
poi in Roma nel 1765. dal Pad. Ab. Luigi 
Galletti nelle sue Memorie di tre antiche 
Chiese di Riett, sia Varlungo, e che quivi 
l'istes¬
	        
Waiting...

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer