Full text: Dalla Porta S. Niccolò fino alla Pieve di S. Piero a Ripoli (5)

129 
quali fu Mess. Antonio di Mess. Niccolajo (1) 
degli Alberti per ricchezza, per nobiltà, e 
autorità de più reputati della Città. Que- 
sti per la divozione, che le portava, por- 
se supplica a Papa Bonifazio IX. di poter 
fabbricare un Monastero poco lontano dalla 
Città di Firenze, e vicino ad una sua Villa 
chiamata il Paradiso, e per dote l’anno 1394. 
gli assegnò tutti i Beni che possedea nei 
comuni d'Empoli, e Montelupo, che erano 
molti. „ La menzionata Bolla di Bonifazio 
IX. del 26. Gen. 1392. diretta al nostro Ve- 
scovo Onofrio è cosi concepita: Bonifacius 
Episcopus Servus Servorum Dei Ven. Fratri 
Episcopo Flor. Salutem, & Apostolicam Be- 
nedictionem. Piis supplicum votis, &t illis 
presertim, que Religionis propagationem, & 
divini cultus augmentum respiciunt libenter an- 
Vol. V. 
nui¬ 
(1) Erra nella Vita di S. Antonino il Pad. Macca- 
rani chiamando questo Fondatore Mess. Niccolò 
d’ Antonio, comecchè il giardino quivi si do- 
mandasse di Mess. Niccolò, Padre del Fonda- 
tore. Questo Niccolò fu il Fondatore dell' Ora- 
torio d’Orbatello eretto nel suo terreno presso 
al Canto delle Catene per l’arme sua appellato 
alla Catena, del quale Oratorio il titolo è la SS. 
Nunziata. Anche Mess. lacopo Figlio del sudd. 
Mess. Niccolò, e Fratello di Mess. Antonio nel 
1394. fondò l’Oratorio di S. Maria delle Grazie 
sul Ponte a Rubaconte, essendogli stato donato 
da Priori di Libertà l' antico Tabernacolo, in 
cui è dipinta Maria Vergine.
	        
Waiting...

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer