Full text: Dalla Porta a San Frediano fino al Ponte a Greve (4)

33 
gostino, tanto ricco, e grande, quanto es 
ser dovea un Convento capevole di cento 
Frati, i quali continuamente abitare vi po- 
tessero, e da questo Convento Giuliano, che 
fu l'Architetto, e tutti gli altri della Casa 
dei Giamberti Uomini eccellentissimi, fu- 
rono poscia, e sono ancora non Giamberti 
chiamati, ma da S. Gallo.„ Sul qual propo¬ 
sito è da sapersi, che sentendosi Giuliano 
da ognuno chiamarsi da S. Gallo, disse un 
giorno scherzando al Magnifico Lorenzo, 
colpa del vostro chiamarmi da S. Gallo, mi 
fate perdere il nome del casato antico; e 
credendo avere andare innanzi per anti- 
chità, ritorno indietro, e Lorenzo gli ris- 
pose „esser ben giusto, che per la tua virtù 
tu fossi principio di un casato nuovo., 
Da un Libro delle Provvisioni segnato A. 
che era nell' Arte di Por S. Maria, e da al¬ 
cune Scritture di Casa Tempi, si ricavano 
le niisure di questo gran Monastero, sicco- 
me ancora il valore, che importò al Fon- 
datore, e ciò può vedersi presso il P. Richa 
T. I. p. 265. nella Storia delle Chiese Fioren- 
tine. Il luogo, ove era questo gran Monas- 
tero, non si sapeva precisamente, se non 
che nel 1739. nel fare il nuovo Viale, che 
dall'Arco Trionfale conduce alla riva di 
Mugnone, furono trovati 1 fondamenti, e 
della Chiesa, e del Convento, che lo stesso 
viale ora mettono in mezzo. Colla totale 
C 2 
de¬
	        
Waiting...

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer