Full text: Dalla Porta a San Frediano fino al Ponte a Greve (4)

169 
Fiesole non fosse nel detto anno rovinata 
e deserta, si possono vedere nella prima Dis¬ 
sertazione pag. 23. del Cav. Ant. Filippo A¬ 
dami nel suo Prospetto di una nuova com¬ 
pilazione della Storia Fiorentina, e nella 
Lezione VIII. delle Antichità Toscane del 
Dottor Lami. Che poi in verità i Fiorenti- 
ni se ne impadronissero pur troppo è ve¬ 
ro, ma ciò avvenne 115. anni dopo, cioè nel 
1125, come accenna un’antica Cronica pub- 
blicata dal menzionato Dottor Lami nelle 
Novelle Letterarie del 1747. al Num. 12. ove 
dicesi, senza però individuarsi nè il giorno, 
nè il tradimento: 1125. pridie Kal. Julii, Flo- 
rentini ad obsidendum Fesulas cucurrerunt; 
pridie Idus Septembris ingressi sunt Fesulas. 
Ed in una Carta di deposizione di testimoni 
del 1220. presso le Monache di S. Gio. Evan¬ 
gelista di Pratovecchio, leggesi su tal pro¬ 
posito quanto appresso: Domina Sosia Abbatis¬ 
sa de Prato Vecchio iurata dixit, & dicit, quod 
est octoginta annorum, & plus, & recordatur de 
destructione Fesularum. Per questo S. Atto A¬ 
bate di Valombrosa, che fu poi Vescovo di 
Pistoia, si mosse a scrivere nel 1125. una Let- 
tera a Onorio II, riportata dal P. Soldani nel- 
la Storia di Passignano a pag. 109, con cui 
intercede per i Fiorentini, acciò voglia lo- 
ro condonare la distruzione di Fiesole da 
loro fatta: Dicunt, sono parole del Santo, 
autem, se velle corrigere, quod non meditata 
ne¬
	        
Waiting...

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer