Full text: Dalla Porta a San Frediano fino al Ponte a Greve (4)

146 
LETTERA NONA 
On andò certamente deluso l'Ughelli 
allorche menzion facendo di Fiesole 
e della moltiplicità dei Monasteri, di cui 
questa Città va contornata, disse: Foesula- 
num Montem ab imo ad summum spectabilia 
Templa, Monasteriaque exornant, accingunt, 
e in si copioso numero essi sono, il mede- 
simo soggiunge, che longum esset singillatim 
ea commemorare, satis sit dixisse saxa etiam, 
quae e Faesulano Monte prominent, Religionem, 
piumque quemdan horrorem videntur incutere 
intuentibus. Tra questi gran spicco ci favil 
già Monastero dei Padri Girolamini, che 
al disopra appunto alla già menzionata Me- 
dicea Villa in bella situazione è posto, e 
di cui adesso mi accingo a parlarvi. Di que- 
sto, siccome dell' Istituto funne il fonda to- 
re il celebre B. Carlo, la di cui Patria in 
origine vorrebbe il Cardinale Petra ad Const. 
Apost., che fosse Firenze, ma è certo essere 
stata la Contea di Monte Granello, da cui 
poi il Beato Carlo densunse il nome, an 
tico Feudo dei suoi Agnati, che in Roma- 
gna rimane nella Diocesi di Sarsina, non 
molto distante da Cesena. Quivi adunque 
ritiratosi nel 1360. dopo avere con aspra pe- 
ni¬
	        
Waiting...

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer