Full text: Dalla Porta Romana fino alla Certosa (2)

135 
sua vita, la Terra di Prato (1), e l'altra 
Lapa Acciajoli, Sorella del menzionato si¬ 
niscalco, Moglie di Manente de’ Buondel¬ 
monti, Madre di Francesco, che fu Barone 
di Bassano, e Castagna, e Maestro Razio- 
nale di quel Regno, e di Esau Despoto di 
Romania. Della pietà, e virtù di questa 
gran Donna fa fede la stretta amicizia, che 
ella ebbe con S. Brigida, che fu sua Ospite, 
di cui si vede un piccol saggio nella se¬ 
guente lettera di detta Santa, a lei diretta, 
esistente, e forse autografa nel Cod. già 
Strozziano segnato NNN. 1256. Essa è del 
seguente tenore : 
Rma Dna, ac Filia Carma salute, qua 
optitas in Domino premissa noveris nos sanas, et 
prosperas esse quo ad homines exiliores de vobis 
no¬ 
(1) Trovo in una Carta della Certosa Arm. A. 
Fasc. 2. Perg. Q. 2. che dovendosi fare la transla¬ 
zione del Dominio della Terra di Prato al Co¬ 
mune di Firenze dalla giurisdizione della Re¬ 
gina di Napoli, fu fatto Procuratore generale 
il gran Siniscalco Niccola, il quale sostitui in 
sua vece Tommaso Corsini. Trovo parimente 
in un Rogito dei 5. Gennajo 1339. di Francesco 
di Naddino da Prato, dall’ Archivio della Se- 
greteria Vecchia passato nel R. Archivio Di¬ 
plomatico, una Sentenza di Acciajolo proferita 
contro Gio. di Lapo, dichiarandolo debitore di 
Gio. di Corso di lire 2. e soldi 10. per prezzo 
di certe pelli vendutegli.
	        
Waiting...

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer