Full text: Dalla Porta Romana fino alla Certosa (2)

134 
innanzi coll’arme d’argento battuto degli 
Acciajoli: i due primi, catuno portava lo 
stendale, e gli altri quattro seguenti catu- 
na una grande, e larga Bandera: tutta di 
quell’arme con le targhe rivolte; Nel Campo 
azzurro un Leone rampante bianco, com è 
la detta arme. Con grande novero di dop- 
pieri dinanzi, e intorno al Corpo, cosa ma- 
gnifica a ogni Barone, ed eziandio, se fosse 
della Reale. I grandi, e orrevoli Cittadini di 
Firenze accompagnarono il Corpo infino al 
Monistero, e gli altri si tornarono a Casa. 
Abbiamo fatta questa memoria, perchè fu 
nuova, e disusata dalla nostra Città, e ma¬ 
gnifica all'Autore, che più di cinque mila 
Fiorini d’oro montò la spesa. » Al suo Se¬ 
polcro con basso rilievo a piè dell' Altare, 
dedicato a S. Tobia, vi è l’iscrizione, ripor- 
tata al N.' XLVI. Nella medesima Cappella, 
le di cui pitture a fresco sono del Poccetti, 
si vedono altre due figure in basso rilievo in 
marmo travagliate egregiamente, siccome la 
suddetta, da alcuni allievi dell'Orcagna a 
parere del Vasari, e secondo altri dall' Or¬ 
cagna stesso, con Iscrizioni al N.' XLVII., e 
XLVIII. indicanti l’una, Acciajolo di Nic¬ 
cola, Padre del gran Siniscalco, il qua- 
le, oltre l’aver occupati tutti i Magistrati 
di Firenze, ottenne dal Re Roberto di Na¬ 
poli più Baronie in Puglia, e in Toscana a 
sua
	        
Waiting...

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer