Full text: Dalla Porta Romana fino alla Certosa (2)

60 
sue opere, come apparisce da alcuni artico- 
li di Lettere sue scritte a Venezia al P. Fra 
Fulgenzio Micanzio Servita, già compagno 
del famoso Paolo Sarpi, e riportate dal Tar- 
gioni (1). Dai contesti di queste Lettere si 
comprende, che egli non si era del tutto al- 
lontanato dallo studio dell'Astronomia, ben- 
chè ne fosse per questo studio punito dalla 
S. Inquisizione di Roma, ma insieme si ri- 
volse agli studi della meccanica, quali ave¬ 
va trovati sempre tranquilli, e liberi, e che 
non erano meno proporzionati all'estensio¬ 
ne, e superiorità del suo genio. Frutto an- 
cora delle sue applicazioni in questa Villa 
furono Il Trattato della Meccanica ampliato, 
e perfezionato, che comparve alla luce 
nel 1634; e i Discorsi, e dimostrazioni intor¬ 
no a due nuove scienze attenenti alla Meccani- 
ca, e i movimenti locali con un appendice del 
centro di gravità di alcuni solidi, che furo¬ 
no stampati nel 1638. in Leida, dedicati al 
Conte di Noailles, il pregio delle quali ope- 
re ci vien messo in vista dal chiarissimo 
Sig. Ab. Paolo Frisi (2). In questa sua rele¬ 
gazione non si vidde mai abbandonato dal 
commercio degli uomini, che anzi la casa 
di sua abitazione era mai sempre frequen¬ 
tata da nobilissime persone, la maggior parte 
stra¬ 
(1) Ivi T. I. pag. 125. e segg. 
(2) Elogio del Galileo.
	        
Waiting...

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer