Full text: Lib. VII (7)

LIBRO VII. 
36 
20. Quando poi sarà fatta bene la macerazio¬ 
ne e sarà preparata diligentemente per l'opera, si 
prenda l'ascia (1), e allo stesso modo che si ascia 
il legname, cosi si asci la calce macerata nella 
buça. Se all' ascia faranno ostacolo i calcoli, non 
sarà ben temperata : e quando si caverà fuori il 
ferro asciutto e netto dinoterà ch' essa è magra 
ed arsiccia: perchè quando sarà grassa e mace¬ 
rata ben bene, attaccandosi al ferro a guisa di 
glutine, dinoterà essere ne' debiti modi contem¬ 
perata (2). Allora poi, apparecchiate le macchine, 
si facciano le disposizioni delle volte dentro gli 
appartamenti, purchè non sieno per ornarsi di la¬ 
cunarj. 
CAPO III. 
Della disposizione delle volte, della loro lisciatura 
ed intonaco. 
21. Quando adunque si dovranno ordinare le 
volte, facciansi in questa maniera. Si ponga una 
serie lineare di travicelli (3) distanti niente plu 
(1) Forse è quello stromento, che volgarmente i nostri 
muratori dicono cazzuola. L'ascia di ferro per pulire il le¬ 
gno nel trivigiano è detta assa; l' ascia di ferro per preme¬ 
re e contemperare la calce è detta zappa o zappetta. 
2) Sulla qualità e sulla preparazione della calce leggasi 
quanto dicemmo nella Giunta V. al libro II. 
3) Il testo asseres directi. Il Galiani traduce directi per 
paralleli, e nota: Non può qui directi significare dritti, qua¬
	        
Waiting...

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer