Full text: Lib. V (5)

GIUNTA VII. 
167 
capitolo dei suoi comenti. Questi poi consistono in un breve ed 
erudito compendio storico dell'architettura romana dalla sua 
origine fino alla decadenza dell'impero, nella descrizione delle 
varie parti delle terme e loro uso, nella storia delle terme ai 
tempi degl'Imperatori, nell' applicazione dei nomi alle riparti¬ 
vioni delle icnografie disegnate dal Palladio, e nella spiegazione 
dei loro usi. Questo celebre architetto però a fine di „illustrare 
» la sua opera esaminò moltissimi autori (1), alcuni dei quali 
„trattano espressamente delle romane antichità, ed altri per 
„incidenza; e fece con somma industria uno spoglio che 
„contiene molte utili erudizioni storiche. Ho letto il suo li¬ 
„ bro con indicibile avidità sperando di trovare in esso il 
„ filo prodigioso, che mi guidasse nello scorrere pel labirin¬ 
to di tante parti ch' entrano nella composizione di queste 
„terme. E si può dire con verità, ch' egli, ad onta de' dis¬ 
„ pareri dei differenti autori delle generali ricerche spettanti 
„ alle varie epoche della erezione di questi edifizi, ad onta 
„delle difficoltà che s' incontrano nello scoprire il vero fra 
„ le oscure tenebre dell' antichità, e della poca perizia nel¬ 
„l' architettura degli autori che ne hanno scritto, egli, dissi, 
„ compilö un trattato veramente istruttivo, e degno di esse¬ 
„ re con attenzione studiato, Parla moltissimo dell' ampiez¬ 
» za di questi luoghi, della moltiplicità dei comodi, che il 
„ lusso esorbitante di quei tempi vi aveva introdotti, della 
» nobile gara dei Principi nell' edificarli, e degli ornamenti 
» preziosi che li decoravano. Ma tutto ciò non basta per 
„ porre in chiaro lume il presente argomento. Poiché di¬ 
scendendo noi al particolare dei luoghi, e degli eserci 
„ che in essi facevansi, e cosi ancora di alcuni pezzi spet¬ 
tanti al sito precisamente dove bagnavansi le donne e gli 
„ uomini, incontriamo un tale contrasto di opinioni, che 
„forza è mantenerci indeterminati". 
(1) Queste sono parole di Ottavio Bertotti Scamozzi nella sua Pre¬ 
fazione all' operetta intitolata: Le terme dei Romani disegnate da An¬ 
drea Palladio, e ripubblicate giusta l'esemplare del lord conte at 
Burlingthon ecc. Vicenza 1797; la quale forma quasi un' appendice al¬ 
la raccolla magnifica di tutte le fabbriche e disegni di Andrea Palladie, 
pubblicata dallo stesso Bertotti.
	        
Waiting...

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer