Full text: [Lib. I] (1)

CAPO IV. 
83 
no ed esalano in que' luoghi vapori gravi e pesti¬ 
lenziali. Parimente nella Puglia, l'antica città di 
Salapia (1), fondata da Diomede nel ritorno da 
Troja, ossia (come scrissero alcuni) da Elfia Ro¬ 
diano, era posta in un luogo di questa fatta; on¬ 
de gli abitatori ogn'anno ammalandosi, finalmente 
si presentarono a M. Ostilio con pubblica istan¬ 
za, implorando ch egli scegliesse e comperasse un 
luogo atto a trapiantare le mura. Ed egli senza 
indugio, fattene diligentissimamente le opportune 
ricerche, comperò una possessione in luogo salu¬ 
bre vicino al mare; poi domandata al senato ed al 
popolo romano la permissione di trapiantare la cit¬ 
tà, disegnò le mura, divise giustamente le aje, e per 
un sesterzio (2) ne diede in proprietà una a cia¬ 
scheduno de'cittadini. Fatto questo, diede l'uscita al 
lago nel mare, formando del lago stesso un porto a 
quel municipio. Perciò ora i Salapini trasportatisi in 
non molta spesa in confronto dell' enormi che erano state 
proposte coi precedenti progetti. Peccato che lavori di tanta 
importanza non si conducano al loro perfetto compimento. 
La famiglia Braschi, che signoreggia gran parte di quelle pa¬ 
ludi, venerando la memoria di Pio VI. che ad essa appar¬ 
tenne, ed i successori di questo Pontefice emulando la sua 
attivitä per quanto da loro dipende, non dovrebbono lascia¬ 
re interrotta un'opera di sommo vantaggio alla più bella 
parte d’Italia, con cui togliendo affatto gl' infiniti dan¬ 
ni che vi provengono da quell'aria mefitica, porgerebbe una 
vasta estensione alle cure di quegli agricoltori, dal che ne 
verrebbe sommo onore a chi sapesse incoraggiarli e non pic¬ 
cola ricchezza a tutti gli abitanti di quelle terre. 
1) Di questo fatto parla anche Cicerone nella sua secon¬ 
da orazione della legge agraria. 
2) Barbaro traduce sesterzio, due libbre e mezzo d' ar¬ 
gento.
	        
Waiting...

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer