Full text: Vitruvius: Tesoro De Las Tres Lengvas Española, Francesca, Y Italiana

A 
46 
uelea allatesta, & al viso d'alcuno, per¬ 
che non sia conosciuto; che si dice imba¬ 
uagliarlo. 
Bau bau, vna sorte di scherzo che sifa con 
i fanciulli per far loro paura nasconden 
dosi, guare, guare, guarda el coco. 
Bauero, quella particella, ò striscia del fer¬ 
raiuolo, o altro simile che si rimbocca in 
torno al collo, colli, cuello. 
Bauiera, Fior. per visiera, o buffa che è parte 
dell' elmo che guarda gli occhi, visiere, 
visera. 
Bauoso, pien dibaua, u, bauoso. 
Bazzarrare, far mercantia, ò baratto dibestie 
gattiue con buone, o per il contrario, 
baratter, trafiquer de bestail, & trocar, 
tratar. 
Bazzarrato, add dibazzarrare, trafie de be¬ 
stait, en hange ou achet trato de ganado. 
Bazzarro: l'istesso baratto, o cambio, change 
trueco. 
Bazzica, pratica, conuersatione, voce bassa, 
pratiqui, bantise, conuersacion. 
Bazzicare; conuersare, praticare, pratiquer 
hanter, traticar como amigos. 
Bazzicature, e 
Bazzecole, masseritiuole, cosarelle di poco 
pregio, quinqaaillerte, menu mesage de 
petite valeur, baratijas, cosa de poca va- 
lor. 
B E 
Beare, far beato; be at ifier, hazer bienauentu 
rado, beatificar. 
Beatamente, felicimente, heuren sement, feli¬ 
zmente, dichosamente. 
Beatificare, voyex beare. 
Beatitudine, perfettione di felicità, beatitu 
de felicité, beatitud, felicitad. 
Beatissimo, superlat. di beato, tres heureux 
muy bien auenturado. 
Beato, contento, felice, heureux bienauentu¬ 
rado, beato si dice anco quegli che dalla 
Chiesa è giudicato degno di questo no 
me;ma non ancor canonizzato. 
beatrice, verb. che beatifica. 
becca, Sen. quella banda di taffetta che por 
tano al collo alcuni Magistrati, e gli Audi¬ 
tori di Ruota, cornette de taffetas, banda 
de tafetan, diuisa. 
beccafico, vna spetie d'vcelletto che viene, 
es ingrassa al tempo de fichi, becquefigus, 
paxaro, dicesi prouerb. d'agosto ogni ve 
cello e beccafico; quando corre vil in¬ 
fluenza di male per che ogn' infermità si 
conuerta in quello. 
beccaio, macellato che vccide, taglia, e ven¬ 
de per mangiare animali quadrupedi, bei¬ 
B E 
cher, carnicere. 
Beccamerti, Fior. ancho becchino, che fot¬ 
terra i morti, enterreur, sepulturero. 
Beccare, pigliar il cibo col becco proprio de 
gli vccelli, becquer, becqueter, picar con 
el pico, diciamo beccarsi il ceruello, d'ichi 
s'inganna ne suoi disegni, ò nel presumer 
di se. 
beccastrino, vna sorre di zappa grossa, e stret¬ 
ta che serue per cauar sassi, b'ouette, ba¬ 
rotte, manera de açada. 
beccata, colpo d'yccello col beccs, à per 
mangiare, o per altro, becquee, oup de bec, 
golpes de pico. 
beccatella, quel piccolo pez uol di carne 
che si gitta per atial al falcone; bechre, pi¬ 
car. 
beccatello, la mensola chę si pone per soste¬ 
gno sotto i capi delle traui fitte nel mu¬ 
ro, ò sotto à ballatoi, sporti, e simili, cor¬ 
b ,modillon, tabage, muencion de ma¬ 
dera para tener la fabrica. 
beccherello, Sen. beccarello, dim, di becco 
capretto, cau, cabrito. 
beccheria, Sen. beccaria, doue fi vendé la 
carne di quattro piedi per mangiare, bon¬ 
cherie, carniceria. 
beccketto, fascia el capuccio viato da gli 
antichi, bande ou attache, banda ò liga. 
becchir o, Sen. beccamorti, enterreur el que 
cntierra los muertos. 
becco, il rostro, e bocca de gli vccelli, sec, pi¬ 
co, dicesi dar di becco, di chi mette boc¬ 
ca in ogni ragionamento, immollare il 
becco, per ischerzo, per bère, mettere il 
becco in mollo; per chi non troua fine a 
luoi ragionamenti, chiamasi beccon quel¬ 
lo d'onde esce l'acqua che si ftilla dal- 
la campana, e becco talhora per beccuc¬ 
c10. 
becco, il maschio della capra domestica: 
houc, cabron, chibo, chibato, e becco vien 
detto colui che ha moglie, ò sorella a¬ 
dultera. 
beccone, becco grande, mas'vsa piu tosto 
metaf. per balordo, & insensato, che per 
animale di quella spetie , grand cornar, 
hourdan, gran cornudo, tonto. 
beccucio, quel rileuato in forma dibecco 
d'yccelli appresso ella bocca de vasetti, 
d'onde vien fuore il liquore piu sotti¬ 
mente, & à minuto, becquet, le bec d' un va¬ 
se, piquillo de vn vaso. 
befana, fantoccio di cenci che simette ala 
finestra il giorno dell' Epifania per il¬ 
cherzo de fanciulli, fα o, fantalma e 
da questa figura vien chiamata befana la 
donna brutta. 
befanta, voce corrotta d'Epifania, giorno 
dell
	        
Waiting...

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer