Full text: Angeli, Stefano: Terze considerationi sopra una lettera di Gio. Alfonso Borelli, scritta da questi in replica di alcune dottrine incidentemente tocche

& equabile come equabile era il circolare. Da que-
ſto adunque ne ſegue, che poſta la H A, tangente
eguale all´arco di vn minuto, che ſarebbe paſſato dal
graue con il moto circolare diurno quando foſſe fer-
mo nella cima della torre, in altretanto tempo ſareb-
be trapaſſata queſta dal moto traſuerſale. E perche
la tangente A H, è maggiore dell´arco A B, ne ſegue,
che queſti ſia minore di vn minuto. Parimente ne
ſegue, che eſſendo E M, piedi 15. F N, 60. G O,
135. & H P, 240. & eſſendo queſte maggiori delle
I M, K N, L O, B P, queſte ſijno meno di quelli pie-
di. E però ben vero che queſte differenze ſaranno
inſenſibili; onde ſe da queſte naſceſſe qualche pre-
giuditio al Sig. Borelli non deue hauerſi in conſide-
ratione; nè per queſto hò fatte le ſopradette rifleſſio-
ni, ma per poner ogni coſa in chiaro. Seguiti pure
Sig. Conte.

Cont. Nella facciata 19. penſa prouar queſte ſup-
poſitioni, e dice. _Perche nel medeſimo tempo d´vn ſe-_
_condo che l´impeto traſuerſale ſpinge la palla per la tangente_
_A E, l´impeto della grauità la traſporta per la ſegante E C,_
_da E, in M, & c._

Ofred. Da E, in M? Ma ſe la palla mai è ſtata in E,
come la porta da E, in M?

Matt. Deue forſe intendere il Sig. Borelli da I, in
M, e perche E I, è inſenſibile tanto fà dire da E, co-
me da I.

Cont. Così è. Tira poi l´imaginarie perpendi-

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer