Full text: Angeli, Stefano: Terze considerationi sopra una lettera di Gio. Alfonso Borelli, scritta da questi in replica di alcune dottrine incidentemente tocche

Cont. Alla facciata 12. gli ſouuiene di ammirare
di nuouo la rigida ſottigliezza del Sign. Profeſſore,
mentre gli rinfaccia l´ecceſſo della velocità traſuer-
ſale del ſaſſo ſopra la velocità del pauimento. Et eſ-
clama, _ma Dio buono! quanto ſarà mai queſto ecceſſo, che_
_ei lo ſtima atto à poter fare qualche ſenſibile percoſſa?_ E
perche queſto ecceſſo lo troua vn dito, ricerca vno
in tutto il genere humano, che poſſa diſcerner que-
ſta differenza.

Matt. Anche à me ſouuiene di nuouo di ammirare
la rigida ſottigliezza del Sig. Borelli, mentre ſgrida
il Sig. di Fermat, & altri, _ſed prædicti auctores non ani-_
_maduertunt, ſe in hypotheſi aßumpta non perſiſtere_. Mà
Dio buono Sig. Borelli! quando anco foſſe vera la
voſtra falſa dottrina, cioè che il graue tratteneſſe
ſempre la medeſima velocità circolare, quanto de-
uiarebbe la noſtra Spirale geometrica da queſta li-
nea ſiſica? Quanto ſarebbe il predetto ecceſſo? Vn
dito. Si troui vno nel genere humano, che poſſa
diſtinguer queſta differenza.

Ofred. Parmi che V. S. giochi molto bene di ri-
mando, e tanto più quanto che non mi pare che il
Sig. Borelli habbia conuinto V. S. cioè che la Spira-
le ſiſica deuij dalla loro geometrica, mentre la con-
ſeruatione della velocità medeſima non viene pro-
uata à ſufficienza. Bene lei proua à fufficienza, che
data queſta identità di acceleratione vi ſia quell´ec-
ceſſo benche picciolo.

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer