Full text: Angeli, Stefano: Terze considerationi sopra una lettera di Gio. Alfonso Borelli, scritta da questi in replica di alcune dottrine incidentemente tocche

e che lo sà ſino la feccia de gli huomini, cioè che il
tiro perpendicolare ſia il più valido ditutti gl´altri, e
di queſti ſempre li meno obliqui, & c.

Matt. Io confeſſo liberamente alle Signorie loro,
che quando hò traſcorſa queſta lettera del Sign. Bo-
relli, non viè ſtata coſa alcuna, che mi habbia dato
maggior faſtidio, e meſſomi in ſtato di replicare per
mia ſcolpa che queſta, conſiderando quanto à torto,
e quanto facilmente queſto virtuoſo s´inſuſpetiſca
del procedere delli ſuoi antichi ſeruitori, vno delli
quali profeſſo io di eſſere voglia, ò non voglia. Io
per me giuro à Dio, che in tutto quel diſcorſo, che
principia dalla pagina 119. linea 19. non vi è pure
vna parola diretta contro lui, nè io sò vedere da che
lo poſſa cauare. Facia gratia di rileggere quel luo-
go, e vederà, che ſi lamenta à torto.

Ofred. Mà anco quando ſi foſſe parlato ſeco, non
mi pare, che haueſſe tanta cagione diſdegnarſi, qua-
ſi che ſi ſtimi vno della faccia del volgo, mentre non
ſi pretende, che vno habbia ad imparare, che la per-
coſſa perpendicolare ſia la più valida, e delle altre
quella, che è meno obliqua, ma che queſta dottrina
triuiale habbia che fare nella percoſſa del graue ca-
dente anco quando queſto ſi moueſſe di moto equa-
bile per la via curua, la qual incontreria nelli archi
concentreci al centro della Terra tanto meno obli-
quamente quanto più il graue ſi accoſtaſſe al cen-
tro; la quale dottrina non è tanto triuiale, e nota _lip-_

Waiting...

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer