Full text: Angeli, Stefano: Terze considerationi sopra una lettera di Gio. Alfonso Borelli, scritta da questi in replica di alcune dottrine incidentemente tocche

talmente vidi quel tanto, che mi diede materia di
ſcriuere quanto hò ſcritto nel 2. dalla facciata 113. Queſta è la pura verità, che douerà ſeruire à deſim-
preſſionare il Sig. Borelli, & à ſodisfare alle ſue me-
rauiglie, le quali Sig. Conte può prencipiar à rappre-
ſentare.

Cont. Nella facciata 10. dice. _Non poſſo poi diſſi-_
_mulare la marauiglia, che mi hà recato il ſentir che la me-_
_dicina contro quelli angoli ineguali ſotteſi dal moto traſuer-_
_ſale della palla cadente dalla cima della Torre aſſeriti da me_
_alla facciata_ 109. _ſia la varia inclinatione con la quale la_
_palla percuote il pauimento, non ſapendo io capire, che hab-_
_bia che fare vno con l´altro, & c_.

Matt. Per digerire il miſtero de gl´angoli, che ag-
grauaua lo ſtomaco del Sig. Ofreddi non gli fù ſom-
miniſtrata medicina, mà bene il calore non da me,
ma dal Sig. Geminiano Montanari nel Dial. 2. della
facciata 119. Quella dottrina adunque de gl´angoli
non è mia, ma del Sign. Montanari, come eſpreſſa-
mente dichiaro nel citato luogo, ſaputa nel modo
che hò detto diſopra, e non dal Sig. Borelli, dal qua-
le certamente non hò preſo motiuo alcuno. Non mi
pare però, che queſta gl´habbia à dare tanta materia
da merauigliarſi.

Cont. Mà egli non ſolo caua materia di meraui-
gliarſi, ma anco di vedere chiaramente in quanto
infelice concetto lei lo tenga, che voglia che habbia
ad imparare, quello, che èſcritto in migliaia di libri,

Waiting...

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer