Full text: Angeli, Stefano: Terze considerationi sopra una lettera di Gio. Alfonso Borelli, scritta da questi in replica di alcune dottrine incidentemente tocche

_allora vedremo dalla palla F, deſcriuerſi il cerchio F G, in_
_iempo minore, cioè la metà di quello, che vi voleua à compi-_
_re il cerchio ADE, e però la velocità in F G, ſarà la mede-_
_ſima, che aueua la palla nel ſito A._ Così allungandoſi il
pendolo ſi amplieranno le reuolutioni della palla,
ma ſempre ſarà la velocità medeſima.

7.1.

0023-01

Ofred. Io ſcommetterei ogni bellacoſa, che il Si-
gnor Borelli non hà fatto queſta eſperienza.

Matt. Fatta, ò non fatta poco importa. Io pure
credo più il nò, che il sì. E giudico, che chi tenterà
queſt´eſperienza incontrarà in difficoltà inſuperabi-
li, nè potrà accertarſi eſſer vera la dottrina del Signor
Borelli. Ma quando anco foſſe veriſſima l´eſperien-
za, queſta non dimoſtra lo ſteſſo douer ſucceder nel
moto delli graui all´ingiù mouendoſi la Terra, per
vna particolar cagione, che diremo militare nel mo-
to delli graui, e non in queſto del pendolo.

Cont. Mi perſuade però la ragione, che la palla
non poſſi trattenere la velocità medeſima deſcriuen-
do le circonferenze A E, G F, ma queſta debba più
debilitarſi deſcriuendo G F, che A E; anzi che ten-
go di fermo, che non ſi conſerui nè anco per vn mo-
mento, ma ſubito principia à debilitarſi; onde nè
meno deſcriuendo la circonferenza A E, ſi conſerui
il medeſimo empito. Sia conferita alla palla A, vna
tal velocità, verb. g. di gradi 8. e ſeparata queſta dal
principio mouente principij deſcriuere la circonfe-
renza A D E. Perche il mezo reſiſte alla diſunione

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer