Full text: Alexandrinus, Heron: Di Herone Alessandrino De gli avtomati, ouero machine se moventi

DISCORSO non dall’arti diaboliche, e riprouate, come ſono quelle de
gl’incantatori, che con l’aiuto de’ mali ſpiriti fanno traue-
dere. Serueſi dunquel vna de’principij naturali, el’altra
de’ſopranaturali, ma diabolici: La onde riſpondono coſi
fraloro, come la magica, ela magia naturale, l’vna delle
quali è diſcacciata da tutte le leggi, el’altra abbracciata, e
lodata ſopra modo. Potrebbe nondimeno eſſere alcuno
che rinfacciaſſe à queſt’arte la fraude, cõ la quale ricuopre
gli artificij ſuoi, e riponeſſe quegli, che v’attendono nel
numero de’preſtigiatori, e di quelli, che fanno truedere
altrui; ma conſiderato il vero, ſarebbe ingiuſto, che ciò
faceſſe, poi che non ogni inganno è illecito, nè ogni rico
primento del vero è biaſimeuole; percioche eſſendo buo-
no il piacere honeſto, quell inganno, che ſenza nocumĕto
altrui può ſomminiſtrarcelo, prĕde natura di buono, coſi
è degna dilode la fraude di quel medico, che inganna l’in
fermo, e l’ingiuſtitia di colui, che nõ rende il depoſito del
la ſpada all’huomo furioſo. Per altre ragioni ancora meri-
tano lode queſte machine, cioè dall’eccitar l’animo di chi
le vede alla contemplatione delle cauſe, onde naſcono le
marauiglie de gli effetti loro; e queſto è vno di quei pia-
ceri, cheſuol venirci dalle coſe nuoue; il quale, come dice
il Filoſoſo, ſuol ceſſare toſto, che l’intelletto hà diſcoper-
to, mediante la contemplatione, ciò che in loro ſitroua di
mirabile. Herone per altro riſpetto laſciò ſcritto che foſ-
ſero ſtimate da gli antichi, cioè perche in queſte ſi com-
prende tutta quella forza, dallaquale dipende tutta la ret-
ta ĩſtitutione delle machine: dimaniera che ſe nobile per
ſe ſteſſa è l’arte delle machine, e queſta delle Se mouenti,
l’abraccia tutta, e la contiene, è forza che ſia molto nobi-
le, e degna inſieme d’eſſere con molta ragione accettata. Bartolomeo Campi da Peſaro, huomo di grande inge-

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer