Full text: Tartaglia, Niccolò: La nova scientia de Nicolo Tartaglia

0037-01
B
A
D
E
C

1.2.21. Propoſitione. III.

Se due linee rette congiunte angolarmente angolarmẽte citingerano un
cerchio, et produtta una di quelle dalla banda doue líango
lo, tal proportione bauer a la cir ciferentia ciferẽtia dil cerchio · líar
co che inter chiuderanno, qual hauer anno quattro angoli
retti ‡ l'angolo exterior cauſato dalla linea protratta.

S I ano le due linee. a b. &. b c. congionte angolarmente in ponto. b. le qua-
le contingano il cerchio. d e f g. in li dui piti. d. &. f. & ſia protratta una
di quelle dalla banda uerſo. b. & ſia la. f b. protratta fina in ponto. h. Dico
che tal proportione hauera la circonferantia dil cerchio a líarco. d e f. qual
ha quatro angoli retti ‡ l'angolo. d b h. Perche del centro del detto cerchio
(qual pongo ſia. k. ) tiro le due linee. k d. &. k f. onde (per la prima propoſi
tione di queſto) li quatro angoli del quadrilatero. b d k f. ſono eguali a qua-
tro angoli retti, & perche cadauno delli dui angoli. k d b. &. k f b. (per lo
correlario della decimaquinta del tertio de Euclide) è retto. Seguita adon-
LIBRO que che li altri dui inſieme (cioè l'angolo. d b f. et lígolo. f k d. ) ſiano ancora ãcora
loro eguali a dui angoli retti, et per la decimatertia del primo de Euclide)
li dui angoli. d b f. et. d b h. ſono ſimelmente ſimelmẽte eguali a dui angoli retti, onde (per
la prima ciceptione del primo de Euclide) li dui angoli. d b f. et. d b h. ſono
eguali alli dui angoli. d b f. et. d k f. leuando leuãdo ad? que communamente communamẽte da líuna e
líaltra parte lo angolo. d b f. reſtara (per la terza conceptione del primo de
Euclide) l'angolo. d b h. eguale a l'angolo. d k f. onde (per la ſettima propo-
ſitione del quinto de Euclide) quatro angoli retti a cadauno de loro haueram hauerã
no una medema proportione, & tal proportione qual ha quatro angoli ret
ti a l'angolo. d k f. tal hauera la circonferentia del cerchio a líarco. d e f. Adonque (per la. 11. del. 5. de Euclide) tal proportione hauera la circon-
ferentia del cerchio a líarco. d e f. qual hauera quatro angoli retti a líango-
lo exteriore. d b h. che è il propoſito.

1.2.21.1.
0038-01
R
B
D
A
E
K
F
G
C

1.2.22. Propoſitione. IIII.

Se il tranſito ouer moto uiolente dun corpo egualmente egualmẽte gra-
ue ſara per ilpiano de lorizonte, la parte curua di quello
PRIMO. ſara la quarta parte della circonferentia del cerchio don-
de deriua.

S I a el ſemidiametro del pian de líorizonte la linea. a b. & la perpendico
lar del orizonte la linea. c a d. et il tranſito uiolente díun corpo egualmem egualmẽ
te graue la linea. a e f. la parte curua dil quale ſia líarco. e f. et la parte. f g. ſia il tranſito fatto di moto naturale. Dico che la detta parte curua. e f. eſſer
la quarta parte della circonferentia del cerchio donde deriua. Perche pro-
duro il tranſito naturale. g f. uerſo il ſemidiametro del orizonte talmente talmẽte che
concorra con q̃llo in pito. h. & perche il tranſito trãſito. f g h. È equidiſtante (per la
prima ſuppoſitione di queſto) alla perpendicolar perpẽdicolar. c a d. l'angolo adique. f b a. (per la prima parte della uigeſimanona del primo de Euclide) ſara eguale
a l'angolo. h a c. ilquale È retto, adonque l'angolo. f h b exteriore (per la de-
cimaterza del primo de Euclide) ſara retto, onde quatro angoli retti uengo
no a eſſer quadrupli al detto angolo exteriore per ilche la circiferentia circiferẽtia del
cerchio donde deriua la detta parte curua. e f. (per la terza propoſitione di
q̃ſto) uiem uiẽ a eſſer quadrupla al detto arco. e f. adonque il detto arco. e f. uien a
eſſer il quarto della circiferentia circiferẽtia dil cerchio donde deriua, che È il propoſite.

0039-01
C
A E H D
D H
D

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer