Full text: Gallaccini, Teofilo: Trattato sopra gli errori degli architetti

PARTE TERZA. Così ancora, quando non ſi riguarda la parte di mezzo dei muri, quando fan-
no corpo, incurvandoſi in fuori violentati da qualche incontro. E finalmente
quei diſordini, che avvengono, non ſolamente non guardandoſi con diligenza le
parti di mezzo delle muraglie, non ſolo, ſe fanno corpo (ſiccome ſi è detto)
o gonfiamento alcuno; ma ſe hanno alcuna crepatura, o pelo, o ſcroſtamento: i quali accidenti procedono dalle cagioni accennate, o dal ſoverchio aggrava-
mento. Intorno alle parti interiori, quando non ſi oſſervano a dovere le volte, le
impalcature, le ſcale, i fondamenti, e i luoghi delle cantine, i vaſi delle ci-
ſterne, e dei pozzi, i condotti, e le volte loro, le porte, le fineſtre, e i pavi-
menti. Onde non avvertendo minutamente a ogni accidente, e ad ogni difetto,
per piccolo che ſia, ſi dà tempo, che prenda tanto aumento, che cagioni ro-
vina. Dalla qual coſa procede, che le fabbriche non ſi poſſono uſare, nè con-
ſervar lungo tempo.

45. CAPO IV.
Degli errori, che accadono nella poca avvertenza dei condotti dell’ acque delle
ciſterne, e dei pozzi, delle fogne, cioè, delle cloache, e d’altri Luoghi.

ICondotti delle acque ſi fanno ſpeſſe volte nelle groſſezze delle muraglie, co-
minciandogli dalle parti più alte, e conducendogli nelle più baſſe preſſo ai
fondamenti, per potergli indi derivare nella conſerva loro. Onde allora ſi fa
grave, e pericoloſo errore, quando altri non ſi guarda d’accoſtargli alle inteſta-
ture delle travi, alle radici dei fondamenti, alle volte delle cantine, e dei cel-
lieri, e alle ſtanze, ove ſi abita, o alle fronti, e ai fianchi delle Cappelle, ed’
altri luoghi delle Chieſe. Imperciocchè, quantunque ſieno ben murati, nondi-
meno l’umidità vi penetra a parte a parte, ed infracida le muraglie, e le tra-
vi, che vi ſon poſte, e le volte delle ſtanze, e le facce delle mura: di manie-
ra che, oltre al pericolo evidentiſſimo di rovinare, ſi rendono mal ſane ad abi-
tarvi, e nelle facciate delle caſe, o delle Chieſe non ſi può collocare ornamen-
to alcuno, o di pietra, o di ſtucco, o di legname, o di pittura, che non ſi gua-
ſti, nè vi ſi può collocare alcuna coſa, che non marciſca. E ſe altri non ſi
guarda d’avvicinare i condotti dell’acque ai fondamenti, toſto avviene, che ſi
accorga di qualche ſegno d’irrimediabile rovina. Il medeſimo errore accade nel
fare le fogne, o cloache, ed altri luoghi cavati ſotto terra: imperciocchè, ſe ſi
fanno accanto, o ſotto i fondamenti, i medeſimi o vengono deboli, o ſi mar-
ciſcono, o ſi ſcalzano, ſcorrendovi continuamente l’acqua; e tirando ſeco l’im-
mondezze, alcune volte ſi fa tale impoſta, che trattiene ogni umidità, che è un
perpetuo danno delle muraglie. Per lo contrario ciò, che ſi è detto dei condotti
delle acque, ſi può dire ancora dei cammini; poichè eſſi parimente ſono una
ſpecie di condotti, cioè, del fumo, il quale procede dal fuoco: imperciocchè,
qu ando nelle abitazioni già finite, o nelle vecchie, ſi debbono fare nuovi cami-
ni, talora ſi erra, quando altri non procura di collocargli più lontani, che ſia poſ-
ſibile, dalle travi, il che non facendoſi non poſſiamo aſſicurare i caſamenti dagl’
incendj.

46. CAPO V.
Degli errori dei cavamenti ſotteranei vicini ai fondamenti delle muraglie.

GLi errori dei cavamenti allora ſi fanno, quando alcuna volta si cavano
cantine, o ciſterne, o pozzi, o vie ſotterranee appreſſo ai fondamenti di
qualunque fabbrica: imperciocchè, o s’indeboliſce il poſamento delle muraglie,
cavando ſoverchiamente il terreno attorno ad eſſe, o cavandolo ſotto, riman-
gono in aria, ſiccome accadeva anticamente, quando per ſtrattagemma milita-
re si cavava ſotto le mura delle Città, o delle Fortezze per tenerle poi ſoſpe-
ſe in aria con ſoſtentamento di travi, e per riempire il vuoto di faſcine per

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer