Full text: Gallaccini, Teofilo: Trattato sopra gli errori degli architetti

110. Degli sforzati alzamenti delle colonne fuor di propoſito.
Come appunto ſon quelle della porta della scuola grande di S. Marco Evangeliſta,
e le altre nella Cappella degli Apoſtoli in San Gio: Criſoſtomo.

Somma ſi è certamente la ſtravaganza nel porre le colonne ſopra replicati piedi-
ſtalli, come ſi è veduto ai giorni noſtri. Veramente conſiderando, come ſiffatti erro-
ri, e sì enormi incoerenze paffano per lodevoli compoſizioni, e ben eſeguite, mi rie-
ſce ſtrano, che niun profeſſore zelante dell’Arte nobiliſſima dell’Architettura non ſia-
ſi poſto a conſiderargli, gli abbia sfuggiti, ed abbia procurato d’illuminare il delu-
ſo mondo.

Quindi io dico, e perpetuamente dirò, che la bene ordinata Architettura non dee
avere, nè tenere irregolarità ſcompoſte, e vizioſe, come le preſenti; cioè, collocare i
pilaſtri di loro intiera proporzione e miſura, e poi formarvi dirimpetto colonna piccio-
la e meſchina, ſicchè vi ſia biſogno, perchè abbia corriſpondenza col pilaftro, d’un
replicato piediſtallo, che la porti alla conveniente altezza, e alla proporzione, che
ſe gli aſpetta. S’io non vado errato, eccovene gli eſempj. Sia il primo le due co-
lonne d’Ordine Corintio poſte contro ai pilaſtri alla Porta della Scuola Grande di San
Marco Evangeliſta: il ſecondo poi ſieno quelle poſte all’arcata della Cappella degli
Apoſtoli nella Chieſa di San Giovan Criſoſtomo. Oſſerviamole un tratto. Che effetto
vi fa mai il vedere il pilaſtro sì prolungato, che arrivi a piantare ſul regolone di ſotto,
ed accompagni la ſua baſe con quella del piediſtallo; e poi ſopra due piediſtalli, l’
uno quadro, l’altro rotondo, pieni tutti d’ornamenti, poſta la colonna di fronte
al proprio pilaſtro, la quale ſi agguaglia allo ſteſſo capitello, portando del pari la
propria ſua cornice? Quelle poi di S. Gio: Criſoſtomo, che s’accoſtano molto alle già
eſaminate, variano foltanto da eſſe, che il pilaſtro pianta ſopra il primo piediſtallo,
e la colonna ſopra il ſecondo rotondo e ornato. Simiglianti ripieghi in buona Ar-
chitettura ſi chiamano rappezzi, e giocolini. O il pilaſtro trovaſi in proporzione, o
nò: ſe ſi trova, e perchè porgli di fronte una colonna di minor modulo, e che per
arrivare all’altezza dovuta della propria cornice ſia di neceſſità il porvi un piediſtal-
lo artifizioſo, che nulla abbia coerente al ſuo eſſere, ſecondo l’ordine ſopraccenna-
to? Tali diſordini ed errori finora non conſiderati ſi ſchivino in avvenire diligen-
temente: e ſebbene gli Architetti di quei tempi, nei quali furono queſti errori com-
meſſi, aveſſero ſtima, tuttavia dee dirſi, che malamente operarono, perchè trincia-
vano, e ſcemavano le debite ſimmetrie ſtabilite agli Ordini reſpettivi, ſecondo la buo-
na Architettura.

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer