Full text: Vitruvius: L' Architettura generale di Vitruvio

con tutto il fondamento potiamo ben aſſerire,
che quello non ſolo era affatto diverſo da que-
ſto noſtro, ma ch’ era in cltre così ſuccinto,
mancante, e mal ſpiegato, che appena ſe gli
ſarebbe dato giuſtamente il titolo di puro indi-
ce, o di ſemplice abbozzo di varie coſe in
confuſo, non che quello di un eſatto Com-
pendio: e le ſue Tavole in rame erano sì mal
diſegnate ed inciſe, e così ſcorrette, che mal
convenivano all’ Opera di un Autore di sì gran
merito.

La diligenza dunque che ſi è praticata nella
ſtampa di queſt’ Opereta, è la ſeguente: in
primo luogo ella è ſtata intieramente ed eſat-
tamente tradotta con tutta la poſſibile atten-
zione, ſenza che nulla ſiaſi ommeſſo di ciòche
v’era nell’ Originale Franceſe.

2. Ella ſi è confrontata col Teſto originale di
Vitruvio e col Commento di Monſig. Barbaro,
e ſi ſono adoperati i di lui termini medeſimi
volgari tanto nella ſpiegazione delle materie,
quanto nel denominare tutti que’ membri che
all’ Architettura appartengono: in oltre ella ſi
è ſupplita in qualche parte in cui pareva man-
cante, e ſi è ſpiegato un pò diffuſamente qual-
che paragrafo, che per eſſer aſſai difficile eſi-
geva maggior chiarezza.

3. Le Tavole in Rame ſono ſtate con gran
diligenza diſegnate ſulle Originali di Parigi, e
così pure inciſe da Valentuomo aſſai intendente
del diſegno e perito nell’ Architettura: poi di
nuovo eſaminate e corrette dove le Franceſi pa-

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer