Full text: Cavalieri, Bonaventura: Lo specchio ustorio overo trattato delle settioni coniche, et alcuni loro mirabili effetti intorno al lume, caldo, freddo, suono, e moto ancora

Delle Settioni gato nel miglior modo, che hò ſaputo, ciò, che
la ſpecolatiua mi hà ſomminiſtrato in coſa tã-
to recondita, e tanto curioſa, acciò quelli, che
hanno prattica nel lauorare i Specchi, com-
modità di ſpendere, e di tempo più, che nõ hò
io, eſſendo occupato in altra ſorte di ſtudij,
che non mi permettono il poterli applicare,
quãto ſaria di biſogno, adopr [?] ãdo ui l’ingegno,
e la mano, cauino dal ſepolcro dell’oblio vn’
inuention sì rara, che per tanti anni è ſtata na-
ſcoſta anco à’più ſottili inueſtigatori delle o-
pere marauiglioſe di Natura: Come pur’an-
cora reſtiamo incapaci, cred’io, ſin’hora della
colũba di Archita, che volaua, delle lucerne,
che ardeuano perpetuamente ne’ſepolcri del
capo fatto da Alberto Magno, che parlaua,
e di ſimili altri ſecreti; riconoſcendo noi nel
noſtro Problema molto vantaggio ſopra di
quelli, poiche non ſolo ſappiamo, che è ſtato
fatto, ma intendiamo anco ſpecolatiuamen-
te il modo, con che ſi dourebbe fare, che tan-
to non ne ſappiamo forſi di quelli. Laſcierò
ben poi ad altri penſare la maniera ſi di fabri-
car detti Specchi, come anco di ſituarli con-
forme all’eſſemplare, tralaſciando molte coſe,

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer