Full text: Cavalieri, Bonaventura: Lo specchio ustorio overo trattato delle settioni coniche, et alcuni loro mirabili effetti intorno al lume, caldo, freddo, suono, e moto ancora

Delle Settioni Keplero nella ſua Diottrica, quanto ſi a lontano il fo-
co loro dalle medeſime lenti, poiche quello dourà sta-
re vnito col foco dello Specchio grande.

Maperche la ſudetta Diottrica non ſarà forſi così
alle mani di ciaſcuno, perciò mi è parſo bene metter
quà quel poco, che vi bò trouato poter’eſſere à no-
ſtro propoſito, in materia dell’vnire, ò diſunire i
raggi per via di queste lenti, cioè.

Che la lente conueſſa da vna ſola banda, ma di
portione minore di G. 30. oppoſta perpendicolarmen-
te à i raggi paralleli, con il conueſſo verſo loro, gli v-
niſce proſſimamente in vn punto, lontano dal con-
ueſſo tre ſemidiametri di eſſa conueſſità in circa, ſe
però non ſi rifrangeſſero anco nella baſe. Prop. 34.

Che la medeſima riuolta al contrario, gli vniſſe
lontano dal cõueßo per due ſemidiametri di eßa con-
ueſſità in circa. Prop. 35.

Che la lente conueſſa d’ambedue le bãde della con-
ueſſità dell’iſteſſo cerchio, eſpoſta perpendicolarmen-
te à i raggi paralleli, gli vniſſe lontano dal conueſſo
(che riſguarda eſſi paralleli) vn ſemidiametro della
medeſima conueſſità in circa. Prop. 39.

E però le medeſime lenti faranno per il contrario
i raggi diuergenti dal punto, nel quale ſi è detto farſi
il concorſo, paralleli, douendoſi queſte adoprare dop-

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer