Full text: Alberti, Leon Battista: L' architettura

LIBRO SETTIMO. continouato come compagno meſſo ſotto a tutte le colonne, ſecondo quella
altezza, che apunto al dado ſi conuiene. Credo certo che e'facesſino queſto
perche e' s'accorgeſsino che le coſe quadrangolari non ſtauano bene con le
tonde. lo ho uiſto alcuni, che ne coperchi de capitelli haueuano diritte le linee
al cẽtro del mezo del Tẽpio. il che chilo faceſſe nelle baſe, forſe nõ ſarebbe da ri
prẽdere, niẽtedimeno non ne ſaranno molto lodati. Ma e' mi piace d'intramet
tere in queſto luogo cõ la gratia di Dio alcune coſe, le Membra de gli ornamen
ti ſon queſte; la Faſcia, il Dentello, il Bottaccio, o uero l'uuouolo, il Bottacci-
oo, o uero baſtoncino, il canaletto ouero guſcio, la goletta ouero lo intauola
to; qual ſi uoglia l'uno di coſi fatti membri è tale che e' ſi rilieua, & ſporta in fuo
ra, ma con vario diſegno; percioche il diſegno della faſcia ſi aſſomiglia alla let-
tera L. Et è la faſcia il medeſimo che la intaccatura ouero il pianuzzo; ma al-
quanto piu larga: Il Dentello hà molto più aggetto che la faſcia: Il Bottaccio,
o vero vuouolo ſtetti io gia in dubbio ſe lo uoleuo chiamare hellera, percioche
egli vi ſi accoſta diſteſa, & il diſegno del ſuo aggetto come un C. meſſo ſotto la
letteta L. a queſto modo LC [?] . & il Bottaccino, o uero baſtoncino è alquanto mi
nore. ma quãdo queſta lettera C. ſi mette a roueſcio ſotto la letera a queſto mo
do LO [?] ella fa il canaletto, ouero guſcio: Ma ſe ſotto alla medeſima letera L. ſi met
te vn S. in queſto modo ſi chiameràla goletta, o uero lo intauolato LS [?] . pcioche
ella ſi aſſomiglia al gorgozzule dell'huomo, ma ſe ella ui ſi mette adiacere, & a roueſcio in queſto modo LS [?] . dalla ſomiglianza delſuo piegarſi ſi chiamerà
onda, o uero gola. Queſti membri ancora, o e' ſaranno ſtietti o vera-
mente ci ſi intaglierà dentro qualche adornamento. Nella faſcia intagliano
Nicchi, Vccelli, & caratteri di lettere, nel grado fanno il dentello, che ſi fà in
queſto modo; fasſi largo per la metà della ſua altezza, & il uoto, che reſta tra
l'un Dentello & l'altro, ha due delle tre parti della larghezza del dentello. Nel
Bottaccio alcuna uolta fanno gli Vuouoli, & alcuna volta lo ueſtono di foglie; & gli Vuouoli alcuni gli fanno interi, & alcuni li fanno mozzi di ſopra, del Bot
taccino fanno coccole quaſi infilate in filo. la Goletta & l'onda non intagliaro-
no mai, ma le ueſtirãno di fogliami; le intaccature ſempre ſeciono ſtiette in tut
ti i lati. Nel congiugnere inſieme queſti membri ci è queſta regola, che ſem-
pre quelli che ſon di ſopra habbino piu aggetto che quelli di ſotto. Le intac
cature ſon quelle, che diuidono l'un membro dallo altro, & ſeruono per cimaſa
ſopra detti membri; percioche la cima èquel liniamento che ſtà ſopra a quel
tu ti uoglia membro. Giouano ancora queſte intaccature che con hauere la te
ſta liſcia & pulita, diuidono l'aſprezza delli intagli de l'altre membra, & fannoſi
larghe per la ſeſta parte di quel membro alle quali ſi pongon ſopra, o ſieno
Dentelli, o pure vuouoli, ma nella goletta ſi fanno per il terzo.

100.1.

40
5
10
15
20
25
30
35

101. Del Capitello Dorico, Ionico, Corinthio, & Toſchano. Cap. VIII.

40

T Orniamo hora a capitelli, i Doricifeciono il loro capitello alto quanto
la baſa, & tutta queſta ſua altezza diuiſono in tre ꝑti, la prima diedero alla
cimaſa, la ſeconda al bottaccio, che è ſotto la cimaſa, & la terza laſciarono

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer