Full text: Alberti, Leon Battista: L' architettura

LIBRO QVINTO. & in eſſo Terreno, a li altri biſogna porli in luoghi piu alti, Tutti habbino le ſpõ
de di quà, & di là per amor di ritenere l'uoua, & i figliolini, che nõ caſchino. Per
far i Nidij è piu commodo il loto che la Calcina, & la Calcina piu che il Geſſo. Tutte le ſorti di pietra uiua ſono cattiue, i Mattoni ſon piu utili che il Tuffo, pur
che non ſieno troppo cotti. I legnami, o di Oppio o di Abeto, ſono utiliſsimi. Tutte le ſtanze per gli Vccelli uogliono eſſere pulite, pure, nette, e maſsimo per
i colombi. Anzi ſe il beſtiame ancora di quattro piedi ſtarà in luoghi brutti di
uenterà ſcabbioſo. Et però faccinſi in uolta arricciate, intonicate, e imbiancate
per tutto, & turiſi ogni minimo bucolino, accioche le Faine, le Donnole, & le lu
certole, o ſimili beſtiuole non poſsino far danno a l'uoua, a Pippioncini, o a le
mura. Aggiunghinuiſi le Tramoggie da beccare, & gli Abbeueratoi. Et pero
facciſi intorno a la Villa un foſſone, doue l'Anitre, i Porci, e le beftie uaccine, ui ſi
poſsino, & lauare, & gittaruiſi dentro, & quando tu dai loro da mangiare, o ſia
buono, o ſia cattiuo tempo fa che le ſi ſattollino. I Beccatoi, & gli abbeueratoi ꝑ
gli uccelletti minori ne le loro ſtanze, ſi mettino i canali lungo il muro, accioche
e' non gli poſsino ſpandere con i piedi, ne imbrattare le coſe che tu ui dai loro. Fa che queſti habbino alcune cãnelle da lato di fuori, da le quali tu poſsi por-
gerui dentro il Vitto loro. Nel mezo fa che ui ſia un lauatoio, doue poſſa ſta-
re aſſai acqua chiara. Farai il Viuaio in terreno cretoſo, & tanto fondo, che e'
non habbia a ribollire per i raggi del Sole, ne addiacciarſi per il ſouerchio fred-
do. Oltra queſto da gli lati faraui alcune cauerne, accioche il peſce habbia do-
ue rifuggire ſe ſubitamente ſentiſſe intorbidarſi le acque, & non ſi marciſca
sbigottito de lo animo. Il Peſce ſi nutriſce del ſugo de la Terra, patiſce de
gran caldi, & per i diacci ſi muore: A ſoli di mezo giorno ſi rallegra, & ſcher-
za. Credono che alcuna uolta ſia bene che e' ui entri dentro le piene fangoſe
che uengono, da le pioggie, ma non ſi deuono riceuere le prime doppo i gior-
ni Caniculari, ꝑche ſanno come di calcina, & ammazzano i peſci, & dipoi non
ſi debbe metteruene dentro, ſe non di rado: percioche elle nuocono con il mu-
ſchio puzzolente, & a l'acqua & al peſce. Ma biſogna auertire che l'acqua conti-
nouamente ui entri, & continouamente ſe ne uadia, uenga ella, o da fonte, o da
fiume, o da lago, o da Mare. Ma de Viuai, che ſi fanno d'acque marine,
ne inſegnano commodamente piu a la larga in queſto modo. Ne le regioni
fangoſe ſi nutriſcono i peſci ſtiacciati, come ſono le Sogliole. Ne paeſi are-
noſi le cocchiglie, gli altri ſi nutriſcono meglio nel Mare, come le Orate, & i
Dentali, fra ſaſsi ſi nutriſcono meglio i Tordi & le Merle, et gli altri, che infra ſaſ-
ſi ſon nati. Vltimamente dicono, che quello ſtagno è ottimo per conſerue di
peſci, che ſarà collocato in modo, che l'onda del Mare, che di nuouo ui uiene ri-
percuota in quella che ui era innanzi, & che non laſci impigriruiſi dẽtro l'acqua,
che ui era prima, & dicono che quelle acque diuentano manco ſane, che ſi rin-
nuouano pur troppo adagio. Hor ſia detto a baſtanza de la Induſtria, & de la
diligentia del Fattore circa molte coſe. Ma molto ſi loda quel che gioua gran-
demẽte al raſſettare, & al riporre le ricolte ꝑ amor de le quali, biſogna ordinare
l'Aia, eſpoſta a Soli, & a Vẽti, nõ lontana da la capãna, che noi ti dicẽmo poco auã
ti, accioche ne le pioggie ſubitane tu poſſa in un momẽto riporre, & i lauoranti,

Waiting...

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer