Full text: Angeli, Stefano: Della gravita' dell' aria e fluidi

DIALOGO dopò hauer detto, che il mercurio ſaliſca ſin’all’altezza d’-
vn braccio Fiorentino, & vn quarto, dicono le ſeguenti pa-
role. _Queſt’ altezza quantunque pochiſſimo per esterni accidenti di_
_calore, e di freddo, e alquanto più, per le staggioni varie, e ſtati di-_
_uerſi dell’ aria ſi ſia oſſeruata variare, come da vna lunghiſſima ſerie_
_di noſtre oſſeruationi manifeſtamente appare; tuttauia per eſſer tali_
_variationi aſſai piccole, ſarà da quì auanti denominata ſempre_
_della ſteßa miſura d’vn braccio, e vn quarto, come la più proſſima di_
_qualunque altra_. Stando adunque ciò, potria eſſere che di
queſte diuerſità di ſalite del mercurio nel medemo luogo,
cioè alle radici del monte, ò al piano della torre dopò rica-
lato il Baroſcopio, ne foſſe cagione il diuerſo calore intro-
dotto nell’aria, ò altra uarietà in eſſa proueniente da
maggior, ò minor imgombramento di nuole, ò altri ac-
cidenti diuerſiſſimi.

_Cont_. Benche queſte dottrine, & eſperienze ſiano veriſſime; nulladimeno noi non vogliamo che habbino luogo in que-
ſto caſo. Perche ſe da eſſe haueſſe hauuto origine queſto
Fenomeno, crediamo che il Sig. Sinclaro ciò hauerebbe co-
noſciuto; e non ſarebbe ricorſo alla grauità del mercurio. Più recondita adunque, & aſtruſa è la ſua cauſa; e biſogna
procurar d’indagarla.

_Mat_. Faciaſi quello che comandano. Tanto più che ſe bene
forſe non caueremo dal pozzo la vera cagione, peſchare-
mo nulladimeno per auentura qualche coſa in altri propo-
ſiti, che non s’hauremo da pentire d’hauer ſparſo le fatiche
al vento. E per caminare ordinatamente, potiamo conſi-
derare, che dicendo il Sig. Sinclaro ſucceder queſt’ effetto
quando il mercurio viene agitato, potiamo confeſſare ra-
gioneuolmente che di queſto Fenomeno ne ſia cagione la
pura agitatione. Reſta che conſideriamo come ciò poſſa
fuccedere. Io à queſto propoſito noto vn’altra oſſeruatio-
ne del Sig Sinclaro _nel lib_. 1. _Dial. 3. n. 2_. oue dice, che ſe riem-
pito il Baroſcopio d’argentouiuo, ſe le caccierà dentro più
volte vn ſottiliſſimo fil di ferro, queſto farà vſcir fuori dall’-
detto argentouiuo le particole dell’aria, che ſtanno naſco-
ſte entro eſfo. Nel qual caſo purgato che ſia il mercurio
dall’aria, ſalirà vn poco più, che quando non s’vſa queſta

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.

powered by Goobi viewer